Rimossi cinquanta sacchi neri contenenti scarti tessili abbandonati illecitamente nel bosco a Bacchereto FOTO

Prosegue l’impegno dell’amministrazione comunale sul fronte della lotta all’abbandono e allo smaltimento illecito di rifiuti.  Grazie a una segnalazione partita da alcuni cittadini, nei giorni scorsi sono stati rinvenuti e rimossi una cinquantina di sacchi neri contenenti scarti tessili abbandonati illecitamente nel bosco in località Bacchereto. L’intervento è stato coordinato dalla Polizia Municipale di Carmignano in collaborazione con l’amministrazione comunale, la Vab Colline Medicee e Alia Servizi Ambientali.

“Il bosco è una delle ricchezze più preziose di cui disponiamo – ha detto il sindaco Edoardo Prestanti -. Per questo motivo il lavoro svolto in squadra da cittadini, amministratori, Vab e Polizia municipale rappresenta quella collaborazione necessaria alla base della tutela e della salvaguardia del nostro territorio “.

Nello specifico il materiale, una cinquantina di sacchi neri, era stato abbandonato nelle scarpate lungo via Madonna del Papa e nel letto del torrente sottostante, causando anche problemi al deflusso delle acque. E così, dopo un primo sopralluogo eseguito dalla Polizia Municipale di Carmignano, è stato necessario l’intervento dei volontari della Vab per le operazioni di recupero dei rifiuti. Una decina circa i volontari impiegati, che sono dovuti scendere nella scarpata con idonee attrezzature e hanno così recuperato il materiale e lo hanno depositato a bordo strada. I sacchi sono poi stati ritirati da Alia Servizi Ambientali per il corretto smaltimento. Sono stati effettuati alcuni campionamenti sul materiale contenuto all’interno dei sacchi e sono ora in corso gli accertamenti per identificare gli autori dell’abbandono illecito.

“L’abbandono dei rifiuti è una pratica criminale svolta esclusivamente per interesse economico – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Federico Migaldi -. È necessario l’impegno di tutte le istituzioni territoriali per contrastarla”.

I controlli sul territorio non si fermano anzi, verranno intensificati grazie all’installazione nelle prossime settimane di quattro fototrappole mobili, a supporto dell’operato delle forze dell’ordine. Fondamentale sarà sempre l’ausilio dei cittadini, chiamati prima di tutto a mantenere il decoro del territorio, e poi a segnalare eventuali situazioni di degrado. Segnalazioni che potranno essere fatte compilando l’apposito form sul sito del Comune di Carmignano (https://bit.ly/2OMmdAZ).

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*