Un weekend di eventi e visite guidate con Artemìa

Tra visite guidate, aperitivi ed aperture straordinarie: grazie alla collaborazione tra ArteMia e Prato Cultura si prospetta un altro fine settimana all’insegna dell’arte e della storia di Prato e non solo. Dall’apertura straordinaria dell’ex chiesa di San Iacopo allo speciale percorso ‘Cattedrale Segreta’ passando per Casa Datini per concludere poi nel Museo dell’Opera del Duomo di Prato. Ed ancora: a Firenze tra le Gallerie degli Uffizi ed il Museo Nazionale del Bargello.

Si comincia oggi venerdì 15 novembre, ore 19.00, con l’apertura straordinaria dell’ex chiesa di San Iacopo. Sito lungo l’omonima via, è uno degli edifici più antichi del centro storico pratese: la chiesa fu costruita intorno al 1140 nei pressi di Porta Nuova, l’antica porta della città, fu poi soppressa e sconsacrata nel 1783, e venduta a privati. Proprio grazie alla gentilezza di quest’ultimi, sarà possibile entrare eccezionalmente all’interno e godere degli affreschi qui conservati, risalenti al XIV ed al XV secolo. Un’occasione unica per entrare in un luogo poco conosciuto e solitamente non visitabile: al termine della visita, seguirà un abbondante apericena al Gi Doc RistoBistrò (in via dell’Accademia, 49).

Sabato 16 novembre, si apre con l’eccezionale percorso di visita aperto e reso accessibile solo dal 2015 la cosiddetta Cattedrale Segreta. In pochi sanno che il Duomo di Prato custodisce un passaggio nascosto che permette di ammirare l’antica facciata romanica, oggi coperta da quella attuale, tardo gotica. Attraverso questo percorso si può raggiungere, dalla Cappella della Sacra Cintola, il pulpito esterno di Donatello e Michelozzo – dal quale avviene l’ostensione della reliquia della ‘Cintola’ della Madonna – e salire fino all’altezza dell’orologio dove è possibile ammirarne  il meccanismo e vedere l’antica facciata, da secoli nascosta. Un ambiente affascinante dove si intrecciano storia, tradizioni e leggende, visitabile ogni terzo sabato del mese (2 turni di visita: 10.30 e 16.00, costo euro 15 e prenotazione obbligatoria). Tale percorso vi permetterà di accedere gratuitamente al Museo dell’Opera del Duomo, e di avere uno sconto sul biglietto d’ingresso a Pistoia Sotterranea.
Parallelamente a Firenze, alle 9.00, si visitano gli Uffizi: in questo caso la visita (riservata ai soci ArteMia) si concentrerà su Tiziano e le nuove sale.

Si prosegue nel pomeriggio a Prato, alle 15.00, con la scoperta del più illustre palazzo mercantile del territorio pratese: Casa Datini. Situato vicino alla sede del Comune di Prato, il palazzo, la cui costruzione risale al 1383, è stato decorato da importanti artisti fiorentini, tra cui Agnolo Gaddi. Residenza del mercante Francesco di Marco Datini, che aveva investito, oltre ad ingenti risorse economiche, forti proiezioni simboliche ed emotive, trasformando un intero isolato cittadino – quello racchiuso tra le attuali Via Rinaldesca, Via Ser Lapo Mazzei, Vicolo del Ceppo e Vicolo del Porcellatico – in segno pubblico della propria personalità che, come aveva scritto lui stesso in una lettera, si augurava potesse durare ‘mille anni’. Un’occasione quindi per visitare insieme alle ragazze di ArteMia la casa del ricco mercante pratese, per scoprire la vita quotidiana nel medioevo e conoscere meglio i padroni di casa: Francesco e Margherita!

Domenica 17 novembre, si inizia alle 9.30 con la visita al Museo Nazionale del Bargello a Firenze. Il Museo è all’interno dell’antico Palazzo del Podestà di Firenze: il ‘bargello’ – non a caso – nel Medioevo era il nome del capitano militare incaricato di mantenere l’ordine nei periodi di rivolta, ed un tempo questa era proprio la sua residenza. Dal 1865 è diventato il primo museo nazionale italiano dedicato alle arti del Medioevo e Rinascimento, ed ad oggi vanta una tra le più interessanti collezioni di sculture e non solo. Tra i capolavori di Donatello, Luca della Robbia, Verrocchio, Michelangelo, Ammannati, Cellini e molti altri: una visita alla scoperta delle innumerevoli meraviglie qui nascoste.

Nel pomeriggio, alle 15.00, si ritorna nel centro storico pratese per la visita denominata ‘Dal Museo alla Cattedrale’: un percorso alla scoperta del Museo dell’Opera del Duomo e di tutti i tesori che nasconde, che si concluderà nella magnificente Cappella Maggiore del Duomo, dipinta con gli affreschi del maestro Filippo Lippi, la cui bellezza merita di essere ammirata e spiegata in ogni dettaglio. Se avete partecipato a ‘Cattedrale Segreta’, la visita vi costerà solo 5 euro.

Informazioni sulle visite e biglietti

Il costo della visite a Casa Datini, agli Uffizi (+ biglietto d’ingresso al museo) ed al Bargello (+ biglietto d’ingresso al museo) è di 10 euro a persona.
La visita ed apericena all’ex chiesa di San Iacopo ha un costo di 18 euro a persona. Il percorso ‘Cattedrale Segreta’ ha un costo di 15 euro e la visita ‘Dal Museo alla Cattedrale’ ha un costo di 5 euro (+ biglietto d’ingresso del museo).
Ci sono ancora pochi posti disponibili, per maggiori informazioni e prenotazioni, si può contattare direttamente ArteMia (sede in Piazza Lippi, n.34, aperta dal martedì al venerdì: 9.00 – 13.00; ed il giovedì anche: 14.00 – 18.00): telefono 3405101749 (attivo Mart. Merc. e Ven. 9 – 15; Giov. 9 – 18 e sab. 10 – 13), email artemiaprato@gmail.com o navigare su www.artemiaprato.it oppure pagina Facebook Artemia Prato.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*