Una panchina rossa per ricordare le donne vittime di violenza: domenica 24 novembre l’inaugurazione a Carmignano

Una panchina rossa nel centro del paese per ricordare tutte le donne vittime di violenza. Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, proclamata dall’ONU in ricordo del massacro di tre dissidenti dominicane che tentarono di opporsi nel 1960 al regime dittatoriale del loro paese. Per quest’anno l’assessorato alle Pari Opportunità ha promosso un ricco programma d’iniziative che avranno come momento clou l’inaugurazione proprio di una panchina rossa per ricordare tutte le donne vittime di femminicidio. In programma poi l’inaugurazione di una mostra su storie di donne contro i pregiudizi, la presentazione di un libro che raccoglie racconti di donne che hanno subito violenze, una performance teatrale e la proiezione del film che racconta la storia di Artemisia Gentileschi.

“Il 25 novembre è uno degli appuntamenti a cui più teniamo. E’ l’occasione per ribadire il nostro assoluto no al femminicidio, il nostro no alla violenza sulle donne – ha dichiarato l’assessore alle Pari Opportunità Stella Spinelli -. Monito fondante che va ricordato ogni giorno, senza sosta, per riuscire davvero a cambiare la cultura machista. Proprio per questo, per non scordarsi di ripeterlo, oltre agli eventi a corollario, tutti di grande qualità e spessore, inaugureremo la panchina rossa, nel luogo simbolo del territorio, la piazza del Comune. Un simbolo che resterà con la speranza che un giorno diverrà superflua e superata”.

Le iniziative prenderanno il via sabato 16 novembre alle 16.30 in sala consiliare con l’inaugurazione di “#quella che –Storie vere di donne contro i pregiudizi”, la mostra di pittura di Laura Corre. Protagoniste dei dipinti donne vere, “comuni”, ma con storie significative. Donne che hanno subito in qualche modo il giudizio e la critica della società per il loro modo di essere, la loro professione, le loro scelte di vita, il loro aspetto fisico, l’età o lo stato civile, e che hanno deciso di ribellarsi alle etichette che erano state incollate a ciascuna di loro. Sarà presente all’inaugurazione dell’allestimento l’attrice e regista Simona Vannelli, che per l’occasione reciterà un monologo tratto dalla sua opera teatrale “La maestra dal grembiule rosso” ispirato alla storia di Italia Donati. La mostra sarà aperta, a ingresso gratuito, il 17, il 22, il 23 e il 24 novembre dalle 16 alle 19 e il 25 novembre dalle 21 alle 24.
Venerdì 22 novembre alle 21.15 in sala consiliare da non perdere la presentazione del libro di Natalia Lenzi “Ho deciso che devi morire”, un volume che raccoglie dodici racconti che hanno per protagoniste donne vittime di violenze fisiche o psicologiche e che in alcuni casi subiscono, in altri lottano e si ribellano. Durante la serata interverrà la psicologa Silvia Giarrizzo. Si prosegue poi sabato 23 novembre nella sede dell’associazione culturale Pandora di via Don Milani 7 a Seano: alle 20 è in programma un apericena su prenotazione (370 3456824) e alle 21.15 spazio alla performance interattiva “Chiamami col tuo nome”. La serata sarà anche l’occasione per promuovere il libro “La Nara. Una donna dentro la storia” di Maricla Boggio. Il ricavato della serata, a ingresso libero, sarà devoluto al Centro antiviolenza donna La Nara. Anche a Carmignano, lo ricordiamo, è presente dal 2014 uno sportello del Centro antiviolenza La Nara, attivo il primo e il terzo mercoledì del mese dalle 9 alle 11. Un importante punto di riferimento dove le donne vittime di violenza possono trovare conforto e sostegno psicologico, tutela legale e, nei casi più gravi, una casa protetta per cercare di uscire dal tunnel della violenza. Domenica 24 novembre l’iniziativa clou di questo ricco cartellone di appuntamenti: l’inaugurazione di una panchina rossa per ricordare tutte le donne vittime di violenza, sulla quale sarà incisa una poesia di Alda Merini. In programma nel corso dell’inaugurazione letture di Virginia Cirri e una performance di danza a cura di Studio Danza Benedetta di Carmignano. L’appuntamento è alle 16.30 in piazza Giacomo Matteotti a Carmignano. A seguire in sala consiliare verrà proiettato il film “L’Affido” (Jusqu’à la garde – Francia 2018), il più esemplare manifesto contro il femminicidio mai visto sullo schermo, premiato alla Mostra di Venezia con il Leone d’Argento per la regia e con il Leone del Futuro. Ultimo appuntamento lunedì 25 novembre alle 21.15 in sala consiliare con la proiezione del film “Artemisia. Passione estrema” di Agnès Merlet, dedicato alla storia della pittrice Artemisia Gentileschi, vittima di violenza (visione consigliata a un pubblico adulto). La pellicola sarà introdotta da Barbara Prosperi e chiuderà l’esposizione di Laura Corre.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare alle iniziative. Per informazioni: Ufficio pari opportunità telefono 055 8750250-252.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*