Giornata olimpica del Coni nel ricordo del ciclista pratese Giovanni Iannelli VIDEO

E’ stata una Giornata Olimpica nel segno del ricordo di Giovanni Iannelli, quella andata in scena in Salone consiliare per il tradizionale appuntamento con il mondo dello sport pratese.
Una cerimonia dal sapore diverso, toccata al cuore dalla tragica scomparsa del giovane ciclista, morto in gara a seguito di una terribile caduta in volata.

Saranno adesso le tre inchieste aperte, tra magistratura ordinaria e giustizia sportiva, a fare chiarezza sulla drammatica vicenda che ha strappato il 22enne all’affetto dei suoi cari.

E proprio il Coni, in occasione della Giornata, ha annunciato che la sala riunioni della sede del Comitato cittadino verrà intitolata a Giovanni Iannelli.

La cerimonia è poi proseguita con la consegna delle benemerenze sportive e dei premi speciali ai tanti dirigenti e campioni pratesi che si sono distinti in Italia e nel mondo per i loro risultati. L’assessorato allo Sport del Comune ha voluto rendere omaggio anche a Croce Rossa, Pubblica Assistenza L’Avvenire, Misericordia di Prato e Croce d’Oro per il supporto offerto durante gli eventi sportivi.

Di impianti, ritardi e sicurezza è tornato a parlare il delegato provinciale del Coni Massimo Taiti, che nel suo intervento non ha mancato di mettere in evidenza alcune criticità: la chiusura da quasi mille giorni dello stadio Lungobisenzio, la tribolata e ancora incerta gestione delle piscine comunali e le carenze di alcune strutture che mettono in difficoltà gli atleti.

Il servizio di Giulia Ghizzani.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*