Il primo film su Margherita Datini: il progetto della scuola di cinema Anna Magnani

Sarà un cortometraggio da 25 minuti il primo film in assoluto dedicato alla figura di Margherita Datini, la moglie del mercante pratese Francesco di Marco Datini. A realizzarlo la scuola di cinema Anna Magnani, in collaborazione con la Casa Pia dei Ceppi, che è riuscita a raggiungere il budget minimo di 12mila euro per dare vita ad un progetto che renda finalmente giustizia ad una grande donna finora trascurata dalla settima arte. Le riprese si svolgeranno tutte le Castello di Poppi, nel Casentino, messo a disposizione gratuitamente: palazzo Datini, infatti, eccezion fatta per l’affresco di Niccolò Gerini, offre ormai ben poco di trecentesco. Primo film su Margherita, ma, a detta del regista, l’accoglienza in città è stata alquanto tiepida. “Abbiamo avuto un grande appoggio da parte delle istituzioni – dichiara il regista Massimo Smuraglia -; dalle associazioni di categoria e dalle forze economiche, zero”.
Il cortometraggio prende le mosse nel 1387, quando i coniugi Datini si sono trasferiti a Prato da Avignone ormai da cinque anni, e arriva fin dopo la morte del grande mercante, che qui sarà una figura defilata. L’anteprima sarà proiettata a Prato, ma c’è un progetto in ponte anche con l’Ospedale degli Innocenti.
Per chiudere il budget occorrono ancora 3mila euro: tra le iniziative per la raccolta fondi, anche quella promossa dall’associazione HistoriaEdita, che ha fatto riprodurre la “Torta di Ginevra”, dal nome della figlia adottiva dei Datini, prenotabile al Forno Fogacci fino al 1 gennaio. Il ricavato andrà per metà all’associazione e per l’altra metà al progetto della scuola di cinema.

1 Commento

  1. Una bellissima ed interessantissimi iniz!iativa Mi. auguro che il film venga presto proiettato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*