La mega sedia di Qiu Yi a Villa Rospigliosi FOTO

Una sedia di 6,6 metri fatta di tubi Innocenti troneggia nel prato di Villa Rospigliosi e dà il benvenuto ai visitatori di “Pieno e vuoto”, mostra personale dell’artista cinese Qiu Yi, aperta fino al 14 gennaio.


Le opere di Qiu Yi qui esposte, distribuite tra il giardino, la rimessa ottocentesca e la bellissima limonaia della villa, dialogano con gli spazi esterni e interni tramite due materiali: le barrette di inchiostro solido della tradizione cinese e il tubo Innocenti, icona universale della costruzione.
Con questa mostra prosegue a villa Rospigliosi, per volontà del patron Claudio Seghi Rospigliosi, quel dialogo con l’arte contemporanea iniziato mesi fa con il partecipato workshop di Riccardo Farinelli, oggi curatore per “Pieno e vuoto”.
Per l’occasione gli spazi esterni della villa saranno sempre aperti mentre per l’interno occorre prenotare, con possibilità di incontrare l’artista, che a gennaio terrà un workshop aperto a tutti. La mostra è curata da Riccardo Farinelli e organizzata da Claudio Seghi Rospigliosi, Villa Rospigliosi, in collaborazione con Qiu Yi art studio, Qingdao Blue Desert International Culture&Art Exchange Co.Ltd. ed ha avuto il patrocinio del Comune di Prato.

 

Pieno e vuoto – mostra personale di Qiu Yi
Fino al 14 gennaio 2020
ingresso libero
Orario: da lunedì a domenica, 9:00-13:00, 15:00-17:00
giardino sempre aperto, spazi interni su prenotazione
Villa Rospigliosi, via Firenze 81, Prato

Qiu Yi è un artista contemporaneo riconosciuto a livello internazionale: è Special Adviser nello sviluppo internazionale per il Museo Nazionale d’Arte Cinese ed Executive Director della China Urban Sculpture Artists Association.
In Italia, dove vive da anni, ha ricevuto recentemente il titolo di accademico corrispondente per la classe di scultura presso l’Accademia delle Arti del Disegno a Firenze, e il premio Presidente della Giuria per le Arti Visive di Premio Firenze.
Qiu Yi ha vinto il primo premio della American Visual Arts Exhibition, ed è stato premiato dall’Università dello Stato dell’Ohio. Qiu Yi è stato anche invitato a creare installazioni per il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, e per la collezione permanente UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.
Inoltre è presidente e fondatore dell’Associazione di Arte e Cultura Contemporanea Cina e Italia, attiva nella promozione degli scambi culturali e artistici fra i due paesi.
Suoi lavori fanno parte di collezioni private, gallerie, spazi pubblici e musei. Oltre alle esposizioni in Cina, Qiu Yi ha presentato le sue opere anche in istituzioni internazionali, tra cui: Centro d’Arte e Parco Museale di Brajo Fuso (Umbria), Università per Stranieri di Perugia, Fiera La Natività nell’Arte (Umbria), Palazzo Medici Riccardi di Firenze (Mostra personale “Senza Titolo”, a cura di Gianni Pozzi, Susanna Ragionieri, Laura Vecere, Massimo Mattioli, Piero Luigi Tazzi), Accademia delle Arti del Disegno a Firenze, Palazzo Vecchio di Firenze (Progetto a cura di Loris Cecchini, Massimo Orsini, Luca Pancrazi, Paolo Parisi, Mauro Pratesi, Marco Raffaele, Susanna Ragionieri, Vincenzo Ventimiglia), Biblioteca Nazionale di Torino, Museo di Villa Doria Pamphilj, Roma, Museo Storico Nazionale d’Albania, Tirana, Museo Pecci di Prato, Museo Archeologico di Roma, Stadio di Domiziano.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*