L’Istituto di studi storici postali insegna ai bambini a scrivere la letterina a Babbo Natale

L’Istituto di studi storici postali “Aldo Cecchi” onlus concede il bis. È stata ripresa, infatti, l’esperienza avviata l’anno scorso nelle scuole cittadine per parlare di lettere e posta con i giovanissimi. È uno dei laboratori inseriti nel piano per l’offerta formativa sottoscritto dal Comune attraverso gli assessorati a cultura e cittadinanza da una parte, istruzione pubblica, pari opportunità e memoria dall’altra.

“Visto il periodo -spiega il vicedirettore, Deborah Cecchi, che sta seguendo direttamente il progetto- i nostri volontari si focalizzeranno su un’attività classica: la letterina diretta a Babbo Natale, proposta ai bambini che frequentano l’ultimo anno alla scuola dell’infanzia o i primi due della primaria. Il percorso prevede una coppia di incontri da due ore ciascuno: nel primo si predispone la missiva, disegnata o scritta e poi colorata. Nel secondo appuntamento si toccano da vicino i temi della postalità: ovvero realizzare la busta, creare e colorare il francobollo, imbucare il tutto nell’apposita cassetta con destinazione polo Nord. I mittenti poi riceveranno quanto spedito con il timbro di approvazione applicato da Santa Claus in persona”. Già hanno aderito sei classi per un totale di circa cento piccoli.

Il costo è di 3,00 euro a partecipante. Per informazioni e prenotazioni: deborahcecchi@gmail.com, telefono 347.94.49.654

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*