Scoperta banda specializzata in furti in casa: 4 misure cautelari. A Prato e provincia questi reati sono in calo del 7%

I carabinieri di Prato hanno sgominato una banda ritenuta responsabile di furti in abitazione nelle province di Pistoia, Pisa, Prato e Firenze. Le indagini, coordinate dalla magistratura pistoiese, hanno portato alla notifica di due misure di custodia cautelare in carcere e due obblighi di dimora, destinatari tutti uomini di origine albanese domiciliati a Prato e a Monsummano Terme, di età compresa tra i 25 e i 35 anni. Otto i furti addebitati alla banda, operati tra febbraio e luglio scorsi, con bottino di preziosi – tra cui orologi Rolex e diamanti -, contanti e auto rubate alle vittime, spesso scelte tra imprenditori del comparto tessile e pronto moda. Tra i quattro destinatari delle misure anche due fratelli, ai quali, al pari di un terzo complice, il provvedimento è stato notificato in carcere dove si trovavano reclusi per altra causa. In carcere è finito anche il quarto ladro, che si trovava agli arresti domiciliari.
La banda, secondo la ricostruzione degli inquirenti, aveva intensificato le proprie scorribande notturne la scorsa estate, quando in poco più di un mese, tra giugno e luglio, si è resa responsabile di 5 furti in abitazione a Serravalle Pistoiese, a Prato, dove un imprenditore tessile fu derubato del rolex modello Daytona, contanti e preziosi in oro e diamanti, a Calenzano, a Monsummano Terme e a Orciano Pisano.
I furti in abitazione a Prato e provincia – che nel primo semestre di quest’anno erano in aumento del 12% rispetto allo stesso periodo del 2018 – sono nettamente diminuiti nella seconda parte di quest’anno. I dati, forniti dai carabinieri e riferiti a tutte le denunce presentate presso le 7 stazioni dell’Arma e alla Questura di Prato, registrano 1044 furti commessi nel periodo compreso tra novembre 2018 e novembre 2019. Nello stesso periodo dell’anno precedente i furti in casa denunciati erano stati 1126: si è dunque verificata una diminuzione del 7%. Diminuiscono anche i furti nel complesso, -10%.
“I cittadini – è il commento che arriva dal comando provinciale dei Carabinieri di Prato – collaborano sempre di più e grazie anche alle loro chiamate sul numero d’emergenza 112 le forze dell’ordine riescono con maggior frequenza ad arrestare ladri colti in flagranza di reato”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*