Carmignano, il bilancio delle attività svolte nel 2019 dalla Polizia Municipale: oltre 4mila multe e più di 100 rimozioni di rifiuti speciali

 

Verifiche ambientali e su abusi edilizi; controlli su strada e interventi su sinistri; servizi di prevenzione furti nelle abitazioni e contro atti di vandalismo dei beni pubblici. Ma anche partecipazione a controlli insieme alla squadra interforze, accertamenti e presidi a manifestazioni e gare. Il 2019 è stato davvero un anno intenso e impegnativo per la Polizia Municipale di Carmignano che, seppur con un organico sottodimensionato, formato solo dal comandante Rolando Palagini (entrato in servizio il 1° ottobre 2019) e cinque agenti, ha raggiunto buoni risultati.

Un organico ridotto chiamato a intervenire su un territorio articolato e complesso dal punto di vista ambientale, artigianale e industriale, di 43 km quadrati, con una popolazione residente di circa 15.000 persone e un passaggio veicolare particolarmente intenso vista la sua viabilità di collegamento tra le grandi città della Piana. Gli agenti sono stati impegnati nel corso dell’anno su più fronti, dalla sicurezza urbana a quella stradale, all’insieme delle attività amministrative e di controllo dell’edilizia e dell’ambiente, per terminare con il presidio alle varie manifestazioni che si sono tenute sul territorio e alle gare ciclistiche (una fra tutte il passaggio del Giro d’Italia). Qualche numero: il comando ha provveduto nelle ore del tardo pomeriggio a eseguire servizi di controllo nelle zone periferiche del territorio contro i furti nelle abitazioni e atti vandalici ai beni pubblici; negli ultimi tre mesi sono stati effettuati oltre trenta posti di controllo su strada; ammontano a oltre 4.000 le contestazioni di violazioni al codice della strada; sono stati eseguiti oltre cento interventi per la rimozione di rifiuti speciali e ingombranti; una quarantina invece i sopralluoghi per verifiche edilizie.

“Un plauso al lavoro svolto quotidianamente dalla nostra Polizia municipale – ha commentato il sindaco Edoardo Prestanti -, un lavoro diretto alla tutela della sicurezza dei nostri cittadini e al rispetto delle regole. Tutto ciò in un territorio che presenta una morfologia e problematiche importanti. Questo risalta ancor di più l’impegno messo in campo dalla nostra Municipale, e testimonianza ne sono gli importanti dati rendicontati a fine anno degli interventi eseguiti sul territorio. Chiediamo, infine, sempre la massima collaborazione dei cittadini, con segnalazioni che devono però essere fatte attraverso canali ufficiali”.

“Sono arrivato a Carmignano da poco tempo è ho trovato subito la massima collaborazione con l’amministrazione comunale e le altre forze dell’ordine presenti sul territorio – ha aggiunto il Comandante della Polizia Municipale di Carmignano Rolando Palagini -. Sono orgoglioso di essere partecipe di un nuovo inizio per la Polizia Municipale di Carmignano, basato su obiettivi ai quali tengo particolarmente, quali la tutela dell’ambiente e il controllo alla circolazione stradale. Per migliorare l’efficienza e l’efficacia del Comando, inoltre, abbiamo stilato una bozza di regolamento al Settore Polizia Municipale, ora al vaglio degli organi competenti”.

CONTROLLI SU STRADA. Come sottolineato sopra, negli ultimi tre mesi sono stati effettuati oltre trenta posti di controllo individuando e sanzionando violazioni al codice della strada, quali mancato uso delle cinture di sicurezza anche per il trasporto di minori, veicoli non revisionati, uso del cellulare alla guida, mancanza di documenti a bordo del veicolo, patenti di guida scadute e inefficienza di parti del veicolo controllato. Entrando nel dettaglio complessivo di quanto svolto nell’intero arco dell’anno, le contestazioni di violazioni al codice della strada sono state 4.204, di cui 493 per omessa presentazione della patente di guida. 2.568 sono stati gli atti di decurtazioni di punti sulle patenti di guida a seguito di violazioni riguardanti violazioni al codice della strada. Costante e quotidiana inoltre è stata la presenza alle chiamate telefoniche e risposte ai cittadini per spiegazioni inerenti le violazioni al codice della strada contestate. Non è mancato il confronto quasi giornaliero con la So.Ri al fine di pianificare le notifiche e gli accertamenti delle violazioni contestate. 41 sono stati i ricorsi al Giudice di Pace, 24 quelli alla Prefettura. È iniziato da poco il processo di recupero delle sanzioni amministrative al Codice della Strada non pagate, 2.800 circa nel 2018, per le quali sarà emessa, in caso di mancato riscontro, ingiunzione fiscale.

INFORTUNISTICA STRADALE. Nel 2019 si segnalano 18 incidenti stradali, tutti con feriti e una comunicazione di notizia di reato per lesioni colpose. Sono stati redatti 41 rapporti di incidenti stradali per studi legali, privati e periti assicurativi.

CONTROLLI AMBIENTALI. Nel 2019 sono stati eseguiti numerosi interventi sul fronte della tutela dell’ambiente e della ricerca degli autori degli abbandoni dei rifiuti. La vastità del territorio e la sua posizione centrale rispetto a città importanti e industrializzate come Prato, Pistoia e Firenze lo rende, infatti, soggetto a frequenti fenomeni di abbandono da parte di trasportatori provenienti da tali città. Gli interventi di rimozione di rifiuti speciali consistenti in scarti tessili richiesti a Alia sono stati 45. Le comunicazioni alla Procura della Repubblica di Prato per reati ambientali di cui è stato riconosciuto l’autore sono state 3, e sono in corso altre indagini. 60 sono stati gli interventi compiuti per la rimozione d’ingombranti e materiali di vario genere abbandonati in luoghi nascosti e ricoperti dalla vegetazione: le zone più colpite da questo fenomeno e tenute sotto stretta sorveglianza sono state via Elzana, via Castra, via Lombarda, via Meucci, via Edison, via Copernico e via Galilei. Sono state elevate 11 sanzioni nell’ambito del rispetto dei regolamenti comunali, che hanno portato a verbalizzare alcuni residenti per l’errato conferimento dei rifiuti. Numerosi sono stati gli interventi atti a recuperare le aree private, imponendo ai proprietari il ripristino dei luoghi e lo smaltimento di rifiuti speciali in esse accumulati. 15 invece gli interventi per effettuare lo smaltimento dei rifiuti speciali come i veicoli a motore abbandonati (rottami) sul territorio. Sono state compiute delle ricerche per la colorazione delle acque che scorrono in alcuni torrenti presenti sul territorio anche con interventi combinati con ispettori Asl, che non hanno portato violazioni specifiche. E’ stata ampliata l’installazione sul territorio di fototrappole, le cui postazioni sono intercambiabili così da individuare e reprimere, nelle aree più a rischio, gli abbandoni di rifiuti.

CONTROLLI PER ABUSI EDILIZI. Nel 2019 sono stati fatti 38 sopralluoghi per verifiche edilizie; 7 accertamenti con rilevanza penale; 3 sequestri di strutture abusivamente costruite o modificate. 9 sopralluoghi sono stati eseguiti su richiesta del settore Urbanistica; 47 deleghe e sub-deleghe d’indagine su procedimenti penali in corso da parte di varie Procure in ambito statale ed altri comandi di Polizia o Carabinieri, e sono emerse sei annotazioni per altri reati penali diversi da quelli previsti dal D.p.r. 380/2001. A oggi i controlli edili sono effettuati su segnalazione diretta agli uffici di Polizia municipale o su iniziativa degli agenti eventualmente impegnati in altri accertamenti (tre violazioni sono scaturite dopo una richiesta di residenza in edifici oggetto di abuso).

SERVIZI INTERFORZE. Nel 2019 sono stati fatti quattro controlli in collaborazione con altre forze di Polizia, due di questi hanno evidenziato violazioni di carattere penale.

MODIFICHE ALLA VIABILITÀ. Il comando nel corso dell’anno è stato impegnato nello studio e realizzazione di una nuova viabilità a Seano e Comeana, così come nella gestione della viabilità per la nuova asfaltatura a Comeana. È stato inoltre istituito il senso unico alternato in via Modesti ed è stata spostata la fermata dell’autobus nel centro abitato di Carmignano, così da garantire una maggior sicurezza ai pedoni.

MANIFESTAZIONI E GARE. Numerose sono state le manifestazioni svolte nel corso dell’anno nel capoluogo e nelle frazioni, che hanno visto impegnati gli agenti sul fronte del controllo e della viabilità.  Per citarne alcune, la più impegnativa e conosciuta festa del patrono San Michele, Calici di Stelle, sagra della polenta, sagra della ciliegia, Antica Fiera di Carmignano, tre cene in piazza, manifestazioni ai caduti, sagra del fico secco, festa del fico, Festa Medicea di Seano, Carnevale Seano, Carnevale Comeana, capodanno cinese, Fiera Comeana, Sagra della Castagna. Il territorio così “vallonato” si presenta anche ottimale per lo svolgimento di gare ciclistiche: anche quest’anno è stato interessato dalla Coppa Burci, gara allievi a Seano, passaggio del giro d’Italia, Biciclettata bici d’epoca, gare podistiche, Industria e Commercio, Giro del Monte Albano, Campionato Italiano Vigili del Fuoco.

A tutto ciò si aggiunge il servizio di reperibilità, che è sempre stato garantito 365 giorni all’anno. Tra le altre attività effettuate, il rilascio di permessi, autorizzazioni e pratiche; i rapporti con enti e associazioni; gli atti amministrativi; le riscossioni nexive; le ordinanze e gli accertamenti di residenza. Infine le riunioni con Prefettura e Questura al fine di realizzare i progetti di controllo di vicinato, controllo con etilometro e controllo sulle sale giochi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*