Compie due anni l’esperienza dell’adorazione eucaristica continuata nella chiesa di Usella

Il vescovo Giovanni Nerbini sarà a Usella per festeggiare il secondo anniversario dell’adorazione eucaristica continuata in Valbisenzio. L’appuntamento è fissato per domani, venerdì 17 gennaio quando, alle 21, monsignor Nerbini celebrerà la messa nella pieve di San Lorenzo che ospita l’esposizione del Santissimo. La funzione sarà concelebrata dai sacerdoti del vicariato.

Quella di Usella è la terza realtà della diocesi di Prato, insieme a quelle di San Paolo e della Sacra Famiglia, che ospita l’adorazione perpetua o continuata dell’Eucarestia. Attualmente la chiesa è aperta il lunedì dalle 6 alle 20 e dal martedì alle 7 fino al venerdì alle 23, dunque per tre notti consecutive. «Ma l’obiettivo è quello avere sempre qualcuno che veglia e prega il Santissimo a tutte le ore del giorno e della notte, come avviene ormai da anni nella piccola chiesa di San Paolo e alla parrocchia della Sacra Famiglia», spiegano le coordinatrici dell’iniziativa Silvia ed Elena Bini, Barbara Grassi e Monica Parretti, supportate dal parroco di Usella don Alfred Manchè.

A questo proposito le coordinatrici fanno un appello a tutti i fedeli della Valbisenzio ma anche a quelli della zona di Prato nord a mettersi in contatto con loro chiamando Elena al 335-333749 o Silvia 320-4264073.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*