Dalla «Festa dei Popoli» alla Befana dei pompieri: ecco tutti gli appuntamenti nel giorno dell’Epifania

Il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, a Prato la manifestazione di Gesù alle genti si celebra ormai da alcuni anni con la tradizionale Festa dei popoli. Nel pomeriggio, alle ore 15,30, in cattedrale sono attese le comunità cattoliche straniere presenti in città per partecipare alla messa festiva presieduta dal vescovo Giovanni Nerbini. «Con questa particolare celebrazione Prato vuole testimoniare ancora una volta la sua realtà di città aperta e multietnica, nella quale tutti siamo figli dello stesso Padre», sottolinea monsignor Santino Brunetti, responsabile diocesano Migrantes, che insieme alla Caritas ha organizzato l’iniziativa.

Alla Festa dei popoli parteciperanno le comunità cinese, ucraina, pakistana, filippina, rumena, cingalese e nigeriana con i rispettivi cappellani. Durante la messa ogni etnia proporrà un canto e una preghiera nella propria lingua e all’inizio della celebrazione due rappresentanti per ogni nazionalità presente porteranno in dono all’altare prodotti tipici della loro terra. Proprio come fecero i Magi per omaggiare la nascita di Gesù.

 

 

Al termine della funzione, sul sagrato della cattedrale monsignor Nerbini impartirà la benedizione in piazza Duomo, in particolare sui bambini, e inviterà i presenti a baciare l’immagine di Gesù Bambino. A tutti verrà consegnato un santino contenente un saluto del Vescovo. In questa occasione ci sarà anche la proclamazione dei vincitori della terza edizione di Presepiando al catechismo, il concorso di presepi realizzati dai bambini delle parrocchie pratesi.

Domani, 5 gennaio, è l’ultimo giorno per poter ammirare, e votare, i 23 presepi realizzati dai gruppi di catechismo di altrettante parrocchie. La mostra allestita anche quest’anno nell’oratorio della Madonna del Buon Consiglio in via Garibaldi è stata un autentico successo. «A oggi hanno votato più di seimila persone e oltre diecimila sono entrati nel chiesino per vedere le originali creazioni dei bambini», dice don Carlo Geraci, direttore dell’ufficio catechistico diocesano.

Sarà il giudizio dei votanti a decretare i primi tre classificati del concorso vinto lo scorso anno dalla parrocchia di Chiesanuova e quello precedente da Santa Rita alle Fontanelle. La premiazione avverrà nel pomeriggio di sabato 25 gennaio nei locali della parrocchia di Maliseti.

Ma il 6 gennaio torna anche la mitica Befana dei Pompieri, dalle 15 sempre in piazza Duomo. Attorno alle 17.30, l’atletica vecchietta si calerà dal Campanile e getterà i dolcetti ai piccoli radunati in piazza.

Attività per tutti i gusti poi in piazza Ciardi, dove nel pomeriggio del 6 gennaio si alterneranno giochi, spettacoli dei falconieri e una iniziativa sulla sicurezza stradale. La Polizia municipale, con il comitato cittadino di Unicef, metterà infatti a disposizione speciali occhiali che simuleranno lo stato di ebrezza, per dimostrare la pericolosità dell’alcool alla guida.

Dalle 17 alle 19 Iolo sarà invece letteralmente invasa dal presepe vivente, con circa 250 figuranti, che farà immergere visitatori nella Betlemme di duemila anni fa: tutto arricchito stavolta dall’arrivo dei Magi. Corteggio dei Re Magi infine anche per le strade di Capezzana con partenza dal campo parrocchiale intorno alle 15 e sfilata per le vie del paese: una manifestazione che si ripete dal 1996.

A Poggio a Caiano il pomeriggio del 6 gennaio la simpatica vecchietta che dispensa caramelle e dolciumi ai più piccoli sarà infatti in piazza Risorgimento, a bordo della sua carrozza. I bambini potranno fare un giro sul magico mezzo insieme alla Befana, offerto dalla Pro Loco di Poggio a Caiano. L’appuntamento è dalle 15,30 fino alle 17,15.
In più, per tutto il giorno, dalle 8 alle 18, sempre in piazza Risorgimento è in programma il mercatino della Befana: i banchi degli artigiani, con i loro prodotti originali, animeranno lo spazio all’insegna della creatività.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*