Il Prato cerca l’immediato riscatto nella partita casalinga con il Verbania

C’è da levarsi di dosso il salmastro. Il sapore di sale ha fatto andare di traverso il boccone al Prato nella trasferta versiliese di Seravezza. Una giornata storta, culminata di una secca sconfitta, la sesta stagionale, per 4-2 contro l’agguerrita formazione del tecnico Valter Vangioni. Il Prato adesso deve obbligatoriamente voltare pagina nel confronto casalingo, in programma domani con inizio ore 14,30 al campo sportivo “A. Nelli” di Montemurlo, contro il Verbania. I piemontesi, rappresentano un ostacolo difficile da superare, in quanto sono una squadra affamata di punti impegnata nella lotta per evitare i play out. La squadra biancazzurra dovrà affrontare la sfida con il Verbania dovendo registrare le defezioni di Ghini e Gentili fermati per un turno dal giudice sportivo, oltre a Fofana infortunato che ha terminato anticipatamente la stagione. Da valutare nelle ore precedenti all’inizio del confronto le condizioni di Diana che in settimana ha svolto un lavoro differenziato a causa di un malanno alla caviglia. Insomma il tecnico laniero dovrà apportare delle variazioni alla formazione tipo da mandare in campo dovendo fare quadrare anche il conto riguardo alle quote obbligatorie. Il Prato nella sfida casalinga con il Verbania dovrebbe presentarsi in campo con Bagheria in porta, difesa tre con Giampà, Bassano e Diana. A centrocampo Tomi e Regoli larghi sulle fasce, con Gargiulo e Carli in fase di interdizione e Banegas schierato a ridosso delle due punte Cellini e Surraco. Sarà un Prato desideroso di riscossa, con il Verbania serve una vittoria per dimenticare la sconfitta di Seravezza e più che altro confermarsi al primo posto della classifica. Non sono concessi ulteriori passi falsi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*