Trasferta piene di insidie per il Prato sul campo del lanciato Seravezza

Il Prato è pronto a presentarsi al “Buon riposo” di Seravezza non per “schiacciare” un pisolino, ma per mantenersi sveglio e pimpante in testa alla classifica. Battute a parte, la squadra biancazzurra si è preparata con impegno per la trasferta di domani, inizio ore 14,30, sul campo del Seravezza. Il Prato reduce dalla vittoria al cardiopalma ottenuta contro il Fossano cerca conferme sul terreno di una formazione attestata nella parti intermedie della classifica, che sopratutto in casa è veramente diffcile da affrontare. Il Seravezza dell’istrionico tecnico Valter Vangioni non perde sul terreno amico da quasi due anni, e nell’ultima partita di campionato ha passeggiato sul terreno del Savona segnando ben cinque reti. Insomma un Seravezza in forma che cercherà di fare uno scherzetto alla prima della classe. Il Prato è avvertito. La squadra biancazzurra per la trasferta versiliese, dovrà rinunciare a Fofana, Carli e Toccafondi infortunati. Per quanto riguarda la formazione da mandare in campo, il tecnico Vincenzo Esposito dovrebbe proporre qualche variazione rispetto agli ultimi impegni: in rampa di lancio il nuovo arrivo Banegas che potrebbe essere schierato a ridosso delle due punte, con la conseguente esclusione di Kouassi e l’inserimento del difensore Cecchi per fare quadrare il gioco delle quote. Il Prato quindi dovrebbe presentarsi in campo con Bagheria in porta, difesa a tre con Cecchi, Diana e Gentili. A centrocampo Tomi e Regoli larghi sulle fasce con Gargiulo e Ghini in interdizione e Banegas schierato dietro le due punte Surraco e Cellini. Sarà un Prato motivato che cercherà di sfatare il tabu’ Seravazza che già nella partita di andata aveva fermato la squadra biancazzurra sul risultato di 0-0. Insomma un brutto cliente, ci vorrà il miglior Prato per potare a casa punti

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*