Allarme eroina: in aumento il consumo tra i giovani. Sesto spacciatore arrestato dei Carabinieri in poco più di un mese

Ancora uno spacciatore di eroina in manette. Dall’inizio dell’anno i Carabinieri del comando provinciale di Prato ne hanno arrestati sei. L’ultimo nella giornata di ieri. A finire nei guai un 27enne, cittadino nigeriano, senza fissa dimora e irregolare sul territorio italiano, sorpreso a spacciare una dose a un quarantenne pratese nei pressi di via Pistoiese.
I sei pusher arrestati, evidenziano i Carabinieri, sono tutti cittadini nigeriani, a dimostrazione che lo spaccio di eroina è oramai ad esclusivo appannaggio di quella comunità.
Come ha confermato il Procuratore Generale di Firenze, Marcello Viola, parlando all’inaugurazione dell’anno giudiziario, dopo anni di sostanziale assenza dal mercato, l’eroina è tornata purtroppo ad essere largamente diffusa, anche tra i giovanissimi, spesso con principio attivo assai elevato. Tra gli acquirenti oltre a soggetti tra i 30 e i 40 anni vi sono, infatti, anche giovani di 19-20 anni.
Una delle cause della nuova diffusione dell’eroina – spiegano i militari dell’Arma – è sicuramente l’aumento della produzione mondiale di oppio, con la conseguente maggiore disponibilità di eroina, a un prezzo inferiore. L’eroina in commercio oggi è tagliata molto e male, sottolineano i Carabinieri. E’ mischiata cioè con altre sostanze, a volte pericolose, ma si compra a buon mercato. Fino a qualche anno fa per comprare un grammo di eroina si potevano spendere dai 50 ai 60 euro, oggi bastano 20 euro. Ma in alcuni casi a Prato una dose inferiore al grammo può costare anche cinque, dieci euro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*