Coronavirus, Biffoni e l’assessore regionale Ciuoffo hanno incontrato le categorie economiche. Nel pomeriggio vertice in Prefettura

Questa mattina il sindaco Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana, con l’assessore regionale Stefano Ciuoffo ha incontrato presso l’assessorato regionale i rappresentanti di tutte le Associazioni di categoria toscane nell’ottica della massima collaborazione e definizione al più presto di misure a sostegno del sistema economico in crisi a causa degli effetti del Coronavirus. Presente anche il direttore del dipartimento maxi emergenze nell’Azienda Usl Toscana Centro Federico Gelli, che ha illustrato le tre ordinanze emanate dalla Regione in materia e le misure attivate, oltre a descrivere i comportamenti consigliati da tenere nelle varie situazioni rispondendo alle varie domande.

Al tavolo sono state rappresentate le preoccupazioni delle imprese in questo momento complicato e la necessità di alcuni interventi a supporto di chi sta subendo danni. Da parte di tutti è arrivato l’invito a non creare allarmismo aumentando le dimensioni del fenomeno sanitario e a dare risposte proporzionate a ciò che accade.

“Noi sindaci – ha affermato Matteo Biffoni – lavoriamo con massima attenzione e in modo assolutamente coordinato con la Regione e con le indicazioni del Ministero. È fondamentale gestire tutto con misura e interventi proporzionati alle effettive necessità senza creare paure e allarmismi inutili e dannosi, perché la salute è senza dubbio il bene primario ma noi sindaci non possiamo permetterci di mettere in crisi il sistema economico del territorio e i posti di lavoro a causa del panico”.

Intanto nel pomeriggio in prefettura a Prato si è svolta una riunione a cui ha partecipato il sindaco Biffoni con gli assessori Leoni,Mangani e Biancalani. Al momento a Prato non si registrano casi. Infine il sindaco ha voluto ringraziare chi in queste ore è particolarmente impegnato ad affrontare il fenomeno: “Mi riferisco in particolare ai medici, agli operatori sanitari tutti, ai volontari, alle forze dell’ordine e alla polizia municipale. Inoltre voglio esprimere il mio apprezzamento per il lavoro svolto da tutti gli operatori dell’informazione locale che con responsabilità stanno dando notizie corrette e complete senza alimentare la paura”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*