Truffa dell’amianto nell’acqua, falso addetto di Alia tenta di raggirare due anziani insieme a un complice che si è spacciato da agente della Municipale

Un nuovo episodio di tentata truffa ad anziani, per fortuna senza conseguenze, si è verificato ieri a Maliseti. Due uomini, uno dei quali vestito con gilet con la scritta “Alia” e l’altro con pettorina grigia e cappello con scritto “Polizia Municipale”, si sono presentati presso un’abitazione di Maliseti dicendo che, a causa di lavori in zona, dovevano verificare la presenza di amianto nell’acqua dei rubinetti. Il finto tecnico ha fatto una prima verifica dell’acqua del giardino, convincendo la donna della correttezza del suo operato e a farlo entrare in casa. Qui però era presente anche il marito e, non volendo rischiare di essere scoperto, l’uomo è subito uscito con una scusa tornando verso il complice, che faceva da palo all’esterno.

La donna ha sporto denuncia presso il Comando della Polizia Municipale che ha mandato subito in zona pattuglie per verificare la presenza di telecamere che possano portare ad individuare i truffatori. Da Piazza Macelli rinnovano l’appello a non aprire mai la porta a sconosciuti ed in caso di dubbio allertare subito le forze dell’ordine.

Il Comune di Prato e Publiacqua ricordano ai cittadini che nessun incaricato sta svolgendo controlli di questo tipo e che, comunque, il personale di Publiacqua di norma e salvo casi eccezionali, non effettua verifiche, controlli o manutenzione sugli impianti interni. La pertinenza di Publiacqua arriva, infatti, solo fino al punto di consegna ed i controlli sulla qualità dell’acqua vengono effettuati ai punti di controllo sulla rete idrica e non nelle abitazioni. Publiacqua invita comunque i cittadini a segnalare prontamente all’azienda o alle forze dell’ordine ogni episodio o richiesta sospetta.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*