Buoni spesa, in arrivo 1,4 milioni in provincia di Prato. Ecco la ripartizione per ogni Comune

ANSA/Filippo Attili

E’ stata ufficializzata dall’Anci Toscana la ripartizione dei fondi stanziati con ordinanza della protezione civile di sabato scorso e destinati all’erogazione di buoni spesa per le persone più povere. Si tratta di denaro da utilizzare per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità.
In totale in Toscana arriveranno 21,4 milioni di euro. Per quanto riguarda la provincia di Prato la somma in arrivo è di 1,4 milioni. Naturalmente a fare la parte del leone è il Comune di Prato, a cui è destinato poco più di un milione di euro. A seguire Montemurlo, dove arriveranno 109mila euro e Carmignano con 83mila. Sia per Vaiano che per Poggio a Caiano sono stati stanziati 53mila euro a testa. A chiudere la classifica è Cantagallo con una somma in arrivo di circa 18mila euro.
Nelle prossime i vari Comuni comunicheranno le modalità per richiedere i contributi.

Nel link la tabella con tutti gli stanziamenti per i singoli Comuni della Toscana.

Sullo stanziamento arriva anche il commento del direttivo dell’Anci Toscana, riunito stamani in videoconferenza. “È chiaro che questi fondi sono una goccia nel mare delle necessità, una iniezione di liquidità solo ed esclusivamente per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa – ha detto il presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni – Poi ci aspettiamo ben altre risorse strutturali”. Il direttivo ha anche affrontato il problema dei tamponi per il coronavirus, in particolare riguardo alle rsa, purtroppo spesso focolai di contagio, sollecitando la Regione ad intensificare i controlli.

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*