Coronavirus, oltre 100mila euro donati al Comitato Pro Emergenze. Vola anche la raccolta di Fondazione Ami per l’ospedale

La città di Prato sta continuando a mostrare grande generosità, con donazioni di materiale e di fondi per il Comitato Pro Emergenze. Fondi che saranno utilizzati per l’acquisto del necessario per l’ospedale Santo Stefano e per le associazioni del sistema di Protezione civile, impegnate nell’emergenza Coronavirus.

A oggi sono già stati acquistati monitor per il monitoraggio dei valori biometrici e un ventilatore polmonare per i reparti dell’ospedale di Prato che seguono i positivi Covid-19. Allo stato attuale, le donazioni al comitato pro emergenze superano già i 100mila euro e si vanno a sommare al materiale sanitario, come le mascherine, che la protezione civile distribuisce a tutti coloro che prestano servizio alla persona, come sociosanitari e volontari.

Anche oggi sono arrivate donazioni di mille mascherine da parte di imprese come la Vcbo srl, che si occupa di impianti di sicurezza, e di Novasicurezza srls. “La mobilitazione della città è davvero importante, siamo felici di vedere che in questo momento difficile non viene mai a mancare lo spirito di solidarietà – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. E un ringraziamento particolare va alle associazioni di protezione civile che sono impegnate quotidianamente nella distribuzione di questo materiale, così come con i servizi sociali nel sostegno alle fasce della popolazione più in difficoltà”.

Per chi volesse fare donazioni i riferimenti sono

Codice IBAN: IT31A0306921531100000005806

E’ importante indicare la causale di versamento Emergenza Covid-19.

Inoltre chi potesse e volesse donare materiale utile, come per esempio mascherine e gel igienizzante, può contattare direttamente la Protezione civile al  numero verde 800301530.

E vola anche la campagna “ Emergenza corona virus aiutiamo l’Ospedale”, lanciata dalla Fondazione AMI Prato: in questi giorni sono stati raccolti oltre 240mila euro di cui 110.723 con Gofundme e 132mila attraverso la modalità bonifico bancario.

L’obiettivo di 100mila euro è stato quindi ampiamente raddoppiato e le donazioni continuano ogni giorno. I fondi sono destinati ai reparti di terapia intensiva e malattie infettive dell’Ospedale.

I donatori sono cittadini, Associazioni, Imprenditori, Studi Legali, professionisti, Aziende, un elenco infinito di testimonianze di solidarietà e vicinanza agli operatori sanitari

“Una cifra importante – ha sottolineato Daniela Matarrese, direttore del Santo Stefano di Prato. Giorno dopo giorno, ora dopo ora abbiamo ricevuto tante dimostrazioni di solidarietà che supportano i nostri operatori nel loro lavoro. Ringrazio a nome dell’Azienda Sanitaria tutti coloro che con il proprio contributo hanno donato per sostenere le nostre strutture in questo momento delicato.”

La Fondazione AMI ha già acquistato alcuni strumenti e dispositivi necessari per fronteggiare il Covid-19. Stanno consegnando, al momento 5 respiratori, saturimetri, pulsossimetri e dispositivi di protezione: guanti sterili,mascherine, visiere, tute monouso ecc…

Come sostenere la campagna di FONDAZIONE AMI
Online: con carta di credito attraverso il portale gofundme
Offline: con bonifico bancario
IT80J0306921531100000005960
Banca Intesa San Paolo, conto intestato a Fondazione AMI Prato
Inserire nella causale del bonifico “coronavirus”

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*