Il calcio dilettanti e giovanile si ferma: ecco la prima domenica senza pallone VIDEO

La Toscana del pallone si ferma. Stadi chiusi per l’emergenza coronavirus e partite rinviate. Sarà un fine settimana senza calcio giocato per le formazioni giovanili e dilettanti pratesi . In serie D rinviata la supersfida del “Porta Elisa” di Lucca,  Prato – Lucchese. Il big match viene rinviato, con le due squadre che continuano ad allenarsi, rigorosamente a porte chiuse, con la speranza di potersi sfidare alla ripresa, sempre coronavisurs permettendo, il 22 di marzo. Una sosta forzata che potrebbe cambiare gli equilibri di un campionato, fino ad oggi iperequilibrato. Deluse anche le due tifoserie che erano pronte ad allestire coreografie e a riempiere il “Porta Elisa” per questa sfida che profumava di calcio professionistico. Tutto rimandato, con la cosapevolezza che prevenzione della salute viene prima di tutto. In Eccellenza rimandata la partita casalinga della Zenith Audax che al “Bruno Chiavacci” doveva ricevere la visita del fanalino Rignanese alla ricerca di tre punti per rimanere aggrappati al sogno play off: anche in questo caso tutto congelato. In Promozione niente big match tra Prato 2000 e Sestese, una sfida che poteva essere il crocevia del campionato di entrambe le squadre: il Prato 2000 reduce da due sconfitte consecutive cercava di ritrovarsi, mentre la Sestese avrebbe potuto defintivamente rilanciarsi. Niente sfida vertice per il Viaccia cher avrebbe dovuto misurare la febbre, e in qeusto periodo la parafrasi ci sta a pennello, al lanciato River Pieve secondo della classe, mentre il Maliseti a Luco avrebbe dovuto cercare ulteriori punti salvezza, in un vero e proprio scontro diretto. Tutto cancellato, tutto rimandato, in ossequo al rispetto del decreto ministriale per l’emergenza coronavirus. Il calcio si ferma, per questa domenica la palla smette di ruzzolare.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*