Il matrimonio ai tempi del coronavirus: cerimonie rinviate o a “numero chiuso”. Il sindaco: “E’ il momento della responsabilità”

“Abbiamo cittadini che sono un esempio per tutti e a loro va il mio grazie più grande. Sono giorni in cui ciascuno di noi deve rinunciare a qualcosa per garantire la salute di tutta la comunità. Oggi ho saputo della decisione di alcune coppie di rinviare addirittura il proprio matrimonio o di celebrarlo senza familiari provenienti da zone critiche, spostando la festa delle nozze a periodi più tranquilli. Se c’è chi è disposto a spostare la data del giorno più importante credo che tutti noi possiamo fare scelte responsabili, tenendo alta l’attenzione ma senza cedere alla paura”. In particolare, una coppia con una cerimonia religiosa fissata presso la chiesa della Madonna dell’Ulivo per domattina, celebrerà in assenza dei parenti milanesi e una coppia che avrebbe dovuto celebrare con rito civile, ha optato per un rinvio a giugno. Il sindaco rivolge a nome della città uno speciale augurio a queste coppie e pensa anche agli studenti, in particolare quelli che quest’anno affronteranno la maturità: “Lunedì 9 saranno 100 giorni dalla maturità. Per voi è un anno speciale che questa emergenza sta rendendo particolarmente complicato. Mi dispiace tantissimo che non possiate vivere la gita scolastica, i rituali legati all’esame di Stato e che stiate perdendo un po’ di spensieratezza. Dopo gli esami festeggeremo tutti insieme, ora vi chiedo un po’ di responsabilità”.

Infine una raccomandazione ai gestori dei locali pubblici: “Le attività possono continuare a restare aperte ma seguendo le indicazioni del decreto e garantendo alcuni accorgimenti, come un afflusso ridotto di persone. E’ complicato, ne siamo consapevoli, ma è molto importante seguire le raccomandazioni delle autorità sanitarie – sottolinea il sindaco -. L’Amministrazione ha un confronto continuo con tutte le categorie economiche per cercare di supportare al meglio, anche dal punto di vista comunicativo, chi ha un’attività. In giornata renderemo disponibili anche il materiale necessario per gli esercenti che devono esporre le raccomandazioni del ministero nei propri locali”.

3 Commenti

  1. Salve volevo sapere in merito alla questione corona il 20 aprile avevo prenotato un locale per il 18esimo.di mia figlia con il proprietario siamo arrivati alla decisione di rinviare la festa a maggio ma se l’emergenza non dovesse terminare posso richiedere la restituzione dell’anticipo (500euro)se lui si rifiuta cosa posso fare??

  2. Buonasera io dovevo sposarmi il due maggio, ma ovviamente ho dovuto posticipare il mio matrimonio. Vorrei sapere, siccome ho riprenotqto dinuovo, se per il 4luglio le cose nei ristoranti saranno più o meno tornate alla normalità. Grazie.. Numero di invitati nn sarà superiore ai 50

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*