Medico di famiglia in quarantena racconta il suo isolamento: “Ho avuto paura di contagiare pazienti e familiari”

“Se non si tutelano i medici di famiglia, saremo poi noi i primi a infettare i pazienti”. E’ la preoccupazione di Marco Masetti, 70 anni, medico di base pratese da ben 35 anni. Il dottore al momento si è messo in autoquarantena volontaria, dopo essere stato a contatto con un paziente risultato positivo al coronavirus e successivamente deceduto. “Le disposizioni dicono che dovrei andare lo stesso a lavorare perché non ho sintomi respiratori – commenta Masetti – Ma grazie ai miei colleghi ho trovato delle sostituzioni che mi hanno permesso di andare in quarantena. Io ho 70 anni, sono un soggetto a rischio. Ho chiamato il dipartimento di igiene per sapere come comportarmi e se avevo diritto al tampone. Mi hanno risposto che ce ne sono pochi. E quindi adesso mi ritrovo a casa, isolato in una camera dal resto della mia famiglia, in attesa di finire la quarantena”.
Per Masetti si tratta anche di una questione di responsabilità nei confronti dei pazienti. “Voglio avere la sicurezza di non essere positivo per i miei pazienti, per i miei familiari e per me stesso – prosegue il medico di base – Per ora non ho sintomi e sarei in grado di lavorare, ma non posso permettermi di correre rischi. Lo devo ai miei pazienti e ai miei familiari. La quarantena mi finisce venerdì (domani, ndr) e vorrei fare il tampone prima di rientrare a lavoro. Darebbe maggiore tranquillità a tutti”.
Masetti parla anche delle condizioni in cui sono costretti a lavorare i medici di base. “Ci danno una mascherina chirurgica che però protegge il paziente ma non noi che stiamo visitando – sottolinea il dottore – Questi dispositivi di protezione non sono sufficienti. Come possiamo visitare i pazienti mantenendo un metro di distanza? E’ impossibile. Purtroppo noi medici di famiglia siamo bistrattati a livello di considerazione. E ci siamo sentiti completamente abbandonati”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*