Scoperto a spacciare in piazza dell’Università: tripla denuncia per il giovane pusher

Nemmeno l’emergenza coronavirus ferma gli spacciatori. Ieri mattina, intorno alle 11.50, una pattuglia della polizia di stato ha fermato un pusher in piazza dell’Università. Si tratta di un ventenne libico, trovato in possesso di tre dosi di cocaina. La droga è stata posta sotto sequestro così come i 50 euro che il giovane aveva con sé, ritenuti provento dell’attività di spaccio. Il pusher alla vista del personale delle volanti ha tentato la fuga, ma non è riuscito a eludere il controllo degli agenti. Il 20enne è stato denunciato per spaccio, resistenza a pubblico ufficiale e per non avere rispettato il decreto del consiglio dei ministri che vieta di uscire di casa salvo motivi d’urgenza

2 Commenti

  1. Sarà sempre più difficile fermare questi soggetti, lo sbaglio è stato non metterli in sicurezza quando potevamo inutili denunce inutili fogli di via,,, NON LO AVETE ANCORA CAPITO ????? Ora che non possono più spacciare , prostituirsi ecc . Cosa gli rimane per arrangiarsi , forse passare a qualcosa di peggio, quindi se non prendete i giusti provvedimenti ne vedremo delle belle, belle direi BRUTTISSIME cosi , alzate il c… dalle vostre comode poltrone , ben pagate , e cercate di risolvere con durezza e intelligenza.

  2. Chi sono coloro che dovrebbero alzare il c.. dalle poltrone ben pagate? Ed una volta alzato il c dovrebbero andare in piazza ad arrestare gli spacciatori? Ma per questo ci sono le forze dell’ordine. Il compito di quelli seduti sulle poltRone è di fare le leggi, ma per legiferare bisogna stare seduti, se alzano il c.. quello che gli compete non lo possono piu’ fare!Quante frasi fatte e senza senso!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*