Avviso ai pendolari: conservare l’abbonamento non usato a marzo. La comunicazione della Regione in vista di un possibile rimborso

Conservare l’abbonamento del mese di marzo, in attesa che vengano definite possibili misure compensative. L’indicazione arriva dalla Regione Toscana a tutti gli abbonati del trasporto pubblico regionale, sia esso su ferro o gomma.

“Stiamo lavorando da tempo con la conferenza delle Regioni – spiega l’assessore Ceccarelli – per ottenere dal Governo le risorse necessarie a definire una forma di compensazione, a vantaggio di quegli utenti che, dopo aver pagato l’abbonamento ai servizi di trasporto pubblico per il mese di marzo non hanno poi potuto utilizzare il servizio a causa dei provvedimenti assunti dal Governo nella gestione dell’emergenza Coronavirus”.

“Mentre attendiamo dal Governo che vengano definiti a livello nazionale i provvedimenti attesi – conclude Ceccarelli – raccomando ancora a tutti gli abbonati toscani di conservare il loro titolo di viaggio. La prospettiva su cui stiamo lavorando è quella di una proroga della validità dell’abbonamento, ma modi e forme devono essere ancora definite”.

Per tutti gli utenti che hanno, invece, regolarmente utilizzato l’abbonamento di marzo, la scadenza resta quella normale.

1 Commento

  1. Bounasera ho abomenanto pegaso allora quella di marzo valido per mese di aprile Grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*