Coronavirus, dagli archivi del Biscottificio Mattei spunta una lettera inedita: “L’attività rimase chiusa 15 mesi …”. Intanto si progetta una nuova linea di biscotti per la riapertura FOTO

Un periodo sospeso che porta con sé un messaggio di speranza. E’ quello vissuto dalla famiglia Pandolfini, che in queste settimane ha affondato le mani nell’archivio, nei documenti e nei ricordi dello storico Biscottificio Antonio Mattei. Un viaggio all’indietro che ha permesso di portare alla luce una autentica “perla”: una lettera autografa del novembre 1942, che annuncia la riapertura della produzione nel biscottificio dopo 15 mesi di chiusura.

A scrivere, con tanto di penna e calamaio, è il nonno Ernesto Pandolfini che annuncia al figlio Paolo – impegnato a Napoli durante la Seconda Guerra Mondiale, come soldato – la “riapertura dell’Esercizio senza annuncio […] con una buona affluenza di clientela che si è mostrata meravigliata di questa novità. […] ho debuttato per alcuni giorni coi ‘brutti e buoni’ poi amplierò la produzione. Nessuno […] si aspettava la riapertura così all’improvviso”.

Francesco, Marcella, Elisabetta e Letizia Pandolfini (gli attuali proprietari dell’attività) hanno pensato così di condividere simbolicamente il ritrovamento di questa lettera, che ha con sé un messaggio di speranza, riapertura e ritorno alla normalità. Parole di forte incoraggiamento in una fase delicata come quella che stiamo vivendo. 

“…tranquillizzati. Nella vita e in ogni manifestazione avvengono dei fermi, ma poi si riprende sempre, non per nulla siamo Italiani e vinciamo ogni avversità e travolgiamo ogni ostacolo.
Stai sano, contento, fai sempre il buon soldato!”

Complice questa occasione, la famiglia Pandolfini sta inoltre studiando un’edizione speciale di biscotti per la futura riapertura. I biscotti del risveglio saranno legati alle ricette storiche della tradizione Mattei: saranno un simbolo di speranza per ricordare questo momento straordinario dell’Italia e del mondo.

Il biscottificio Mattei è al lavoro, anche in questo periodo, con tutte le norme di sicurezza che impone il decreto ministeriale, con la produzione ridotta a due volte alla settimana, per garantire le spedizioni del negozio online e rifornire le botteghe dei propri rivenditori.

Tutto il team del biscottificio, la grande famiglia Mattei, è occupato dalle proprie postazioni casalinghe a studiare nuovi progetti e iniziative per i mesi futuri. Soprattutto per #lavitacheverrà.

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*