Ripartenza delle attività sportive: le richieste di enti e associazioni a Provincia e Comuni

Il mondo dello sport fa fronte comune per arginare l’emergenza e affrontare al meglio la fase della ripartenza. Per questo Csi, Uisp e Polisportiva 2A hanno stilato un documento comune con alcune proposte per far sì che le tante associazioni e gli enti sportivi possano continuare a garantire i loro servizi quando le attività potranno riprendere.
“Quando quel momento arriverà tutti i soggetti del mondo sportivo si troveranno ad affrontare una crisi probabilmente senza precedenti. Molte associazioni e società sportive, ferme da mesi, rischiano di non avere la forza economica per poter ripartire. Così come gli Enti di Promozione Sportiva e le Federazioni Sportive. Molte famiglie a loro volta si vedranno nelle condizioni di non poter più garantire la spesa per l’attività sportiva di tutta la famiglia. I collaboratori sportivi, poi, rischiano di uscirne stremati, anche economicamente – si legge nel documento congiunto- Abbiamo pertanto deciso di stilare un documento, che contenga alcune proposte per il sostegno e il rilancio dello sport di base, che si rivolga alle istituzioni, alla Provincia e a tutti i suoi Comuni con lo scopo di provvedere ad una dettagliata programmazione degli interventi necessari per tempo, ma soprattutto aprire un tavolo di discussione in cui si dia voce a tutte le istanze del mondo sportivo pratese”.
Queste le proposte:
1- delibera che estenda di 1 o 2 anni, proporzionalmente alla durata residuale, le scadenze delle concessioni per l’affidamento della gestione di tutti gli impianti sportivi comunali.
2- prolungamento della sospensione di canoni e locazioni fino a dicembre 2020. Riduzione del 50% degli stessi per i primi 6 mesi del 2021
3- non esigibilità delle tariffe riferite all’utilizzo degli spazi comunali per il periodo di chiusura degli impianti sportivi e riduzione degli stessi del 50% fino a giugno 2021.
4- rifinanziamento del fondo comunale per gli interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti sportivi, con estensione anche agli interventi di manutenzione ordinaria
5- possibilità di detrazione da Imposta Unica Comunale ( IUC) di una quota parte delle spese sostenute per l’attività sportiva di base
6- programmazione per la sanificazione di tutti gli impianti sportivi di proprietà comunale, di cui il Comune stesso si farà carico
7- creazione di un fondo straordinario per il sostegno economico nelle spese sostenute dalle famiglie e dai singoli per lo sport di base , da finanziarsi con risorse solidali di privati, delle istituzioni, delle stesse società sportive e di tutti gli altri soggetti del mondo sportivo pratese.
8- costituzione di una task force per la negoziazione collettiva di tutti gli aspetti commerciali che attengano alla vita sportiva delle associazioni: forniture energetiche, polizze assicurative, materiali didattici. La task force dovrebbe essere formata da rappresentanti delle istituzioni , degli Enti di Promozione Sportiva, delle Federazioni e delle Società
Sportive.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*