Carmignano, la piccola Anna scrive a Mattarella: “Non divideteci alle scuole medie” FOTO

“Buongiorno Signor Presidente Sergio Mattarella, mi scusi se disturbo”. Inizia così, in modo educato e scritta in un bel corsivo, la lettera di Anna, la bambina di 10 anni della scuola Quinti Martini di Carmignano, che ha deciso di scrivere al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La lettera contiene una richiesta: quella di poter andare in prima media con tutti i suoi amici, quelli che per questa pandemia non ha potuto vedere fino alla fine dell’anno scolastico, i compagni di classe che Anna, da quando le scuole sono state chiuse vede solo sullo schermo del computer per le videolezioni. “Ogni volta che ripenso alla mia classe sto male e mi viene da piangere, come sto facendo un po’ tutti i giorni”, si legge nella prima pagina di questa lettera, che restituisce forse nella maniera più efficace il dramma di una generazione costretta a rinunciare non solo alla socialità, ma anche all’esperienza formativa data dalla scuola.

 

 

“Caro presidente …. Io e miei compagni di classe ci siamo rimasti molto male a non poterci più vedere quindi mi chiedevo se tutte le classi 5 potevano andare alle medie così come sono, senza essere ancora una volta divisi…..”, chiede la piccola Anna di Carmignano al presidente della Repubblica.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*