Covid, un solo caso positivo e nessun decesso a Prato nelle ultime 24 ore

Un nuovo paziente positivo e nessun decesso covid-correlato a Prato e provincia nelle ultime 24 ore. Sono i dati comunicati dalla Regione nel consueto bollettino aggiornato alle ore 12. In tutta la Toscana sono 38 i nuovi pazienti e 15 i decessi legati al coronavirus, di cui 11 a Firenze e provincia, 3 a Massa Carrara ed 1 ad Arezzo. L’età media delle vittime, 10 uomini e 5 donne, è di 84 anni. 

Prato conferma dunque il trend di diminuzione dei contagi che si sono attestati a 536 dall’inizio dell’emergenza, con 43 vittime. In Toscana le positività totali al coronavirus sono 9.721 con 930 decessi. Gli attualmente positivi sono oggi 4.592, il 2,6% in meno di ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti in Toscana 4.234 tamponi e ne sono stati analizzati 4.260. 

La regione Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi con circa 261 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 359 X100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 524 casi X100.000 abitanti, Lucca con 340, Firenze con 326, la più bassa Livorno con 159.

Complessivamente,  4109 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (79 in meno rispetto a ieri, -2,6%). Sono 11.409 (meno 1.293 rispetto a ieri, meno il 10,2%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Toscana Centro 5.739, Nord Ovest 4.956, Sud Est 714).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, che oggi in Toscana sono complessivamente 483, 45 in meno di ieri  (-8,5%),  di cui 84 in terapia intensiva (meno 7 rispetto a ieri). 

E’ il punto più basso raggiunto dal 17 di marzo 2020 per i ricoveri totali, al 13 marzo per le terapie intensive.

Le persone complessivamente guarite a livello regionale salgono a 4199  (più 147 rispetto a ieri, il 3,6% in più): 1345 persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 2854 (147 persone, più 5,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*