Il Csi sospende definitivamente i campionati di calcio a 7 e di basket giovanile: non verrà assegnato alcun titolo

Il consiglio direttivo del Csi di Prato riunito in videoconferenza ha deciso insieme al comitato di Pistoia, uniformandosi alle decisioni assunte dalla Presidenza Nazionale del Centro Sportivo Italiano, di sospendere il campionato interprovinciale di calcio a 7, categoria Open, concordando di non assegnare a nessuna delle partecipanti la vittoria del campionato. Il torneo con 11 squadre partecipanti era stato fermato alla 4° giornata di ritorno. Sono stati sospesi anche i campionati interprovinciali di Pallacanestro, categoria Under 15 e Under 13, decidendo anche in questo caso di non assegnare nessun titolo. Le Commissioni Tecniche, si riservano di indire la prossima edizione dei campionati, una volta terminata l’emergenza Covid e ripristinate le normali condizioni per lo svolgimento delle attività di squadra. Il Basket era stata la novità assoluta della stagione 2019-20 ed aveva riscosso un buon successo con la partecipazione di otto squadre nell’under 13 e sette nell’under 15 con ampi margini di crescita.

“Questa emergenza ha fermato la nostra attività in quella che era la nostra stagione di rinascita per il nostro comitato – commenta il presidente Vinicio Pagli – ma insieme a tutto il consiglio stiamo studiando nuove idee e programmi quando potremo riprendere l’attività. Siamo consapevoli che ci aspetta una stagione 2020-21 di sacrifici, ma siamo pronti a venire incontro alle nostre società, cercando di ridurre al massimo i costi di iscrizione e tesseramento, studiando delle soluzioni per permettere a tutti di continuare a fare sport in un momento che si prospetta difficile anche sul piano economico”.

Uno dei primi impegni potrebbe essere rappresentato dai centri estivi che dovrebbero essere autorizzati con numeri controllati. Il Csi è pronto a fare una propria proposta rivolta a società e parrocchie, venendo incontro a una richiesta da parte delle diocesi al Csi per una collaborazione nella gestione di centri estivi e oratori.

Intanto il Csi insieme all’Uisp e Polisportiva 2A ha presentato delle richieste condensate in otto punti (dalle tariffe sugli impianti, all’allungamento delle gestioni degli impianti comunali, prolungamento dei canoni di locazione, manutenzione degli impianti e aiuti alle famiglie e singoli tramite un fondo straordinario per le spese per lo sport di base) alle istituzioni locali, provinciali e regionali per aprire un tavolo di discussione in cui si dia voce a tutte le istanze del mondo sportivo pratese.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*