Mercoledì riaprono i tre parchi principali: ma Giocagiò e aree fitness restano chiuse

E’ stata firmata questa mattina dal sindaco Biffoni l’ordinanza che fissa la riapertura dei parchi pubblici. Una riapertura graduale che avviene a seguito dell’attivazione di tutte le procedure organizzative necessarie per garantirne il controllo, la sanificazione e la fruizione in sicurezza. Si parte mercoledì 20 maggio con l’apertura del parco delle Cascine di Tavola, il parco di Galceti e il parco dell’ex Ippodromo. Tutte le altre aree verdi e giardini ancora chiusi saranno aperti invece da lunedì 25 maggio ad eccezione del Parco Giocagiò perché si rende necessario mantenere chiuse e vietare l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini all’interno dei giardini. Non è infatti possibile garantire la continua sanificazione dopo ogni uso di questo tipo di giochi, così come per le attrezzature per il fitness che si trovano nelle aree verdi e nei giardini: si tratta di attrezzi che necessiterebberio di specifiche e continue sanificazioni dopo ogni uso e che quindi in area aperta non contentono di escludere le possibilità di contagio essendo maneggiate da più persone.

“Dal 25 maggio apriremo anche le aree sgambatura cani – spiega l’assessore alla Città curata Cristina Sanzò -, dove comunque dovrà essere mantenuta la distanza interpersonale e l’uso delle mascherine. Inoltre stiamo concludendo il primo taglio dell’erba grazie a un potenziamento delle squadre di Alia e tra due settimane partirà un nuovo taglio dell’erba. Adesso era necessario intervenire anche in modo veloce dopo il periodo di blocco delle attività, con il taglio di giugno si interverrà in modo qualitativamente più preciso”. Al via anche il taglio dell’erba lungo le ciclabili, mentre sarà Anas a intervenire per il taglio lungo la Declassata. Continua anche la periodica sanificazione degli arredi urbani.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*