Messe con il popolo, le parrocchie si adeguano ai protocolli anticontagio: “Ingressi contingentati e posti predefiniti” VIDEO

Ingressi contingentati, due persone a sedere per panca, obbligo di mascherina e di igienizzazione delle mani. Le parrocchie pratesi si preparano a potere celebrare da lunedì 18 maggio le Messe con il Popolo. Uno sforzo organizzativo notevole, che vede il coinvolgimento di molti parrocchiani per garantire il rispetto delle regole anticontagio. E c’è chi, come la parrocchia San Silvestro a Tobbiana, ha deciso di nominare anche un responsabile per la sicurezza. A Tobbiana la prima Messa con il popolo si terrà lunedì alle 18. Potranno entrare al massimo 90 fedeli. All’esterno ci sarà un volontario a fare entrare una persona o famiglia per volta, mentre dentro la chiesa ci saranno due responsabili che mostreranno ai parrocchiani dove sedersi.
Il prete celebrerà la messa senza mascherina, salvo indossarla al momento della comunione. Non saranno però i fedeli a recarsi all’altare bensì sarà il sacerdote, con guanti e mascherina, a passare fra le panche e a mettere l’Eucarestia nelle mani dei fedeli. Differenziate anche le porte di ingresso e d’uscita. E alla fine di ogni celebrazione ci sarà l’igienizzazione di tutti gli spazi come panche, microfoni, altare, maniglie e porte.

Nel servizio le interviste a don Magherini e al responsabile della sicurezza della parrocchia, Riccardo Couzzi che spiegano come si accederà alla chiesa e che invitano a recarsi a messa con debito anticipo. 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*