Vernio, consigliera comunale decaduta: il tribunale respinge il ricorso e dà ragione al Comune

Il Tribunale di Prato ha respinto, ritenendolo “infondato” il ricorso presentato dalla consigliera della Lista civica “Siamo Vernio”, Francesca Cavicchi  contro il Comune di Vernio che con una delibera di Consiglio nel luglio scorso ne aveva dichiarato l’incompatibilità e quindi la decadenza. Il Consiglio comunale aveva deliberato sulla base di quanto previsto dal Testo unico degli Enti locali per gli eletti che siano debitori – per imposte, tasse e tributi – nei confronti dell’ente medesimo. La consigliera aveva chiesto la sospensione in via cautelare della delibera e la permanenza in carica. Il Tribunale con un’ordinanza ha respinto il ricorso e condannato la ricorrente a pagare le spese processuali.

“Quella del consiglio è stata una scelta sofferta, ben ponderata e assunta con grande senso di responsabilità, presa a larga maggioranza e con un solo consigliere astenuto – sottolinea il sindaco Giovanni Morganti – la decisione come ha riconosciuto il giudice era fondata su una norma che ha l’obiettivo di salvaguardare l’ente e la sua imparzialità”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*