Tari, in arrivo i bollettini per il pagamento della prima rata: scade il 30 giugno

In questi giorni nelle cassette postali dei pratesi stanno arrivando i bollettini per il pagamento della prima rata della Tari 2020.
Il Comune di Prato, con una delibera del 9 aprile, ha infatti posticipato al 30 giugno la scadenza della prima rata della tassa sui rifiuti per le utenze domestiche – inizialmente prevista per il 30 aprile – e ha dato la possibilità alle utenze non domestiche di dilazionare il pagamento in tre rate con scadenza il 30 giugno, il 31 luglio e il 30 settembre.
L’avviso in arrivo è un acconto relativo ai primi sei mesi calcolato con le tariffe 2019.
Lo slittamento era stato deciso a seguito della situazione di emergenza per il Covid19, per consentire a cittadini ed imprese di evitare un ulteriore esborso in un momento di crisi.
Ricordiamo che sono state prorogate le scadenze di pagamento anche di altri tributi comunali.
Per la COSAP lo slittamento è dal 30 aprile al 30 giugno. Per la CIMP (l’imposta sulla pubblicità) si passa dal 31 marzo al 30 giugno.
Per l’imposta di soggiorno già riscossa versamento e dichiarazione slittano dal 15 aprile al 30 giugno.
Inoltre sono stati sospesi i pagamenti delle rate scadenti tra il 31 marzo ed il 31 maggio relativi a piani di rateizzazione già concessi in relazione a debiti nei confronti del Comune di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*