Gara Tpl, Demos conferma l’appoggio a Mobit: “Tra i primi a dare vicinanza alla Cap e al presidente Gori”

Il coordinatore di Demos Toscana Lorenzo Marchi conferma il sostegno al presidente Cap Giuseppe Gori sulla gara del trasporto pubblico locale che da 8 anni vede contrapposte Mobit e Ratp. Vicenda sfociata in un lungo contenzioso amministrativo e oggetto di un’inchiesta della Procura di Firenze che vede indagati per turbativa d’asta i commissari di gara e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

“Siamo felici della presenza della leader di Fratelli d’Italia, l’onorevole Giorgia Meloni perchè avrà potuto vedere le bellezze della città laniera. In merito alla questione sollevata, Demos Toscana è stata la prima a dare vicinanza al presidente Cap Giuseppe Gori e a tutte le istanze da lui presentate e ancora adesso le riconfermiamo. Siamo altresì contenti dell’interesse che ora la questione stia suscitando in tutte le forze politiche anche se quando noi per primi le sollevammo non vi era tutto questo affollamento anzi ci ricordiamo bene dello scetticismo nei confronti delle nostre posizioni. Probabilmente all’epoca qualcuno non aveva presente quale fosse la problematica e non conosceva il territorio” conclude Marchi.

 

1 Commento

  1. si tratta della questione più grave di sempre in Toscana; l’esecuzione mirata e l’eliminazione di un pezzo di stato sociale, a danno di comuni, cittadini e territorio… un’operazione terrificante a vantaggiio del colonialismo francese sull’Italia e la Toscana, che già è a livelli insostenibili…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*