La Cisl ha incontrato il vescovo Nerbini per parlare di Prato: «Piena adesione all’appello per la costruzione della città futura»

da sinistra: Fabio Franchi, mons. Giovanni Nerbini ed Erika Caparrini della Cisl Firenze Prato

Il vescovo Giovanni Nerbini ha fatto visita alla Cisl di Prato nella sede di via Pallacorda. Ad accoglierlo c’erano i segretari territoriali Fabio Franchi ed Erika Caparrini insieme a tutti i segretari in rappresentanza dei lavoratori, dei pensionati, dei servizi ed enti.

Nell’incontro si è parlato dell’attuale situazione emergenziale del territorio, di formazione, famiglia, della tutela delle persone più fragili e dell’importanza del dialogo con le diverse comunità straniere presenti in città. Ogni categoria ha avuto modo di rappresentare al Vescovo le istanze dei lavoratori e delle tante persone che vivono il lavoro con discontinuità.

Il segretario Fabio Franchi ha espresso piena adesione della Cisl Firenze Prato all’appello lanciato da monsignor Nerbini alla città in occasione della solennità del Corpus Domini e ha assicurato totale disponibilità a partecipare a un eventuale tavolo che progetti la città del domani.
«Parlando con il Vescovo sono emerse con forza parole come Insieme, Persona e Giustizia sociale, che rappresentano da sempre i valori fondanti del nostro sindacato da sempre», sottolineano Franchi e Caparrini.

La Cisl ha inoltre condiviso il progetto del fondo solidale «Il Buon Samaritano» lanciato dalla Diocesi di Prato per sostenere le famiglie colpiti dalla crisi economica causata dal Covid e ha assicurato di voler sensibilizzare i propri associati attraverso l’attivazione di iniziative delle singole categorie.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*