Opera proveniente da Santa Maria delle Carceri custodita a New York: potrebbe tornare in città per una mostra temporanea VIDEO

Manca in città da circa 100 anni: è la statua in bronzo, raffigurante Giovanni Battista, eseguita da Francesco da Sangallo nel 1538 per l’acquasantiera della chiesa di Santa Maria delle Carceri. L’opera è da un secolo custodita all’interno della Frick Collection di New York ma non si esclude un suo eventuale rientro, magari temporaneo, a Prato per mostrarla ai pratesi.

La conferma arriva dal curatore capo della collezione Xavier Salomon che ha visitato a sorpresa Palazzo Pretorio in compagnia dell’antiquario, di origine pratese, Fabrizio Moretti.

Foto di Alessandro Fioretti. 

La statua presente adesso nella basilica porta la firma di Oreste Chilleri ed è una copia dell’originale di Francesco da Sangallo. Le attenzioni della Frick Collection si stanno adesso concentrando tutte sull’acquasantiera, opera di Giovan Francesco Pagni (1534): sarebbe stata già fatta richiesta di autorizzazione per eseguire una scansione in 3D della struttura.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*