Riapertura scuole, Mazzetti e Pieri critiche col presidente della Provincia Puggelli: “Bizzarro che scriva al ministro. Si è dimenticato che al governo c’è il Pd?”

“La scuola è nel caos totale, lo abbiamo già detto ormai da tempo come Forza Italia. Il ministro Azzolina continua a fare disastri ovunque, con comportamenti al limite del controsenso: da una parte parla di distanze da rispettare dall’altra di accorpamento delle classi. Il caos. Si diminuisce il personale docente, non si aumenta il personale Ata, e si potrebbe continuare per ore a elencare le scelte sbagliate per ripartire a settembre in modo serio ed organizzato. Purtroppo nessuno ascolta le urla di sofferenza della scuola”. Sono le parole della deputata Erica Mazzetti parlamentare di Forza Italia e della responsabile dipartimento istruzione regionale di Forza Italia in Toscana, Rita Pieri

“La meravigliosa rete la scolastica pratese è in grande difficoltà – dicono – Giusta è la preoccupazione di dirigenti, studenti e famiglie. Comprensibile e giusto andare anche in piazza se necessario. Però che il presidente della Provincia Francesco Puggelli diventi improvvisamente paladino contro una una politica folle, incompetente e assolutamente senza certezze come quella portata avanti dal ministro Azzolina è altrettanto bizzarro. Infatti quando ha scritto al ministro si è ricordato che il suo partito è al governo insieme ad Azzolina? Ha riflettuto sul fatto che tutta la politica sulla scuola è avallata e votata dal Pd? Sono insieme al governo e allora per cortesia anziché scrivere, giustamente preoccupato, si dichiari indignato di un esecutivo che ha anteposto l’apertura di tutto prima della scuola. Oggi dobbiamo fare tutti la nostra parte ma con chiarezza ed onestà politica senza raccontare favole ai cittadini della provincia di Prato”

1 Commento

  1. Perchè uno non puo’ muovere delle critiche ad un ministro anche se milita nello stesso partito o nella stessa coalizione di governo?. Certo la Pieri e la Mazzetti sono abituate al Cavaliere, anzi all’ex Cavaliere che se aveva detto una cosa nessuno poteva contestarla od esprimere un opinione diversa.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*