Rilanciare il tessile? Fratelli d’Italia propone di costituire il “Distretto industriale di Prato” VIDEO

Fratelli d’Italia propone di ridare vita al comparto tessile provinciale dando una vera e propria natura legislativa al “Distretto industriale di Prato”. L’idea di fondo è quella di fare squadra. Non però attraverso tavoli di distretto, bensì sfruttando le potenzialità offerte dalla legislazione sui distretti. Secondo Fratelli d’Italia il distretto pratese non dovrebbe avere solo una connotazione geografica ma dotarsi di un organismo di distretto dove vengono progettate e pianificate le azioni di rilancio dell’economia territoriale, e poi istituire un soggetto attuatore, cioè un ente pubblico, privato o di natura mista capace di concretizzare le azioni in favore del distretto.
Secondo Fratelli d’Italia il distretto in questo modo potrebbe attrarre risorse pubbliche e private, avere delle banche di riferimento per l’erogazione di finanziamenti su progetti specifici e dare vita ai contratti di distretto, accordi fra aziende che fissano standard, regole e tempistiche di pagamento per potere rientrare all’interno dei vantaggi garantiti dal distretto industriale di Prato. Il partito presenterà in consiglio comunale un atto specifico per chiedere al Comune di fare proprio il documento e diventare il promotore della costituzione del distretto industriale di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*