Ancora multe per schiamazzi e rumori notturni. Controlli e sanzioni anche sulle strade FOTO

Ancora controlli sul territorio da parte della Polizia municipale. Tra venerdì e sabato 20 agenti del Comando di piazza Macelli – 7 pattuglie in divisa, 2 in borghese ed 2 unità cinofile –, nell’ambito del progetto “Estate sicura”, hanno eseguito controlli di strade e parchi del territorio, in particolar modo nelle zone più periferiche della città. Verifiche straordinarie che hanno interessato i giardini di via Pasteur, di via Rodari, piazza del Mercato Nuovo, la Castellina, Paperino, Vergaio, San Giorgio Colonica e altre aree periferiche dove le segnalazioni dei cittadini hanno evidenziato assembramenti, in particolar modo di giovani, che, talvolta, creano disturbo alla quiete dei residenti con schiamazzi e rumori che si susseguono fino a tarda notte.

Sono stati elevati 17 verbali al regolamento di polizia urbana per il disturbo alla quiete e tranquillità delle persone a causa di schiamazzi e musica ad alto volume, 2 verbali invece al regolamento sul verde pubblico per ciclomotori introdotti all’interno dei giardini, un  verbale per guida senza casco su ciclomotore ed uno per dispositivi di scarico non regolamentari e quindi rumorosi.

Oltre alle verifiche per gli schiamazzi, le pattuglie hanno fatto numerosi controlli su strada, monitorando la principale viabilità cittadina – viale Allende, viale Fratelli Cervi, viale Leonardo da Vinci, viale Galilei, piazza san Marco, via Pomeria, via Roncioni, via Filzi ed altre strade – con alcoltest eseguiti tramite etilometro e precursori alcolemici nei confronti di circa 150 conducenti, nonché con verifiche mirate al rispetto delle norme sulla sicurezza stradale. Anche in questo caso sono stati elevati diversi verbali per mancanza delle cinture di sicurezze, guida di motoveicoli senza casco e inosservanza del rispetto del semaforo rosso. Tutti comportamenti in grado di mettere seriamente a repentaglio la sicurezza degli utenti della strada.

Sono stati eseguiti inoltre controlli sul traffico tramite l’uso del Targa System, in grado di leggere e verificare in tempo reale le targhe dei veicoli in transito, grazie al quale sono stati monitorati circa 3300 automezzi. Di questi ben 8 sono risultati privi dell’obbligatoria copertura assicurativa e pertanto sono stati sottoposti a sequestro amministrativo, mentre due mezzi sono stati posti sotto fermo amministrativo.

Nell’ambito dei controlli, è stato sanzionato anche un veicolo “estero-vestito”, cioè immatricolato all’estero ma condotto da persona residente in Italia da oltre 60 giorni, con immediata cessazione della circolazione del mezzo ed inizio dell’iter procedurale ai fini della sua confisca.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*