Regionali, il ritorno di Aldo Milone capolista di FI. Torna in bilico l’accordo PD-Demos VIDEO

Le liste di centrodestra in vista delle prossime regionali cominciano a prendere forma. La tornata elettorale dei prossimi 20-21 settembre segna il ritorno in campo di Aldo Milone, ex assessore alla Municipale di centrodestra, ex consigliere comunale e candidato sindaco della lista civica Prato Libera e sicura alle scorse amministrative. Conteso da Fratelli d’Italia e Forza Italia, ha scelto il partito di Berlusconi e ne sarà capolista:

 

 

Insieme a Milone nella lista di Forza Italia ci saranno tanti professionisti: l’imprenditrice Marianna Baldi, Gabriele Becherini, consigliere comunale a Vernio (uno degli ultimi acquisti degli azzurri) e ingegnere, la commercialista Govanna Cobuzzi, esponente dell’Udc, il geometra montemurlese Giovanni Mungai, militante forzista dal 94 e la dipendente della Regione Toscana Sandra Toncelli. “Abbiamo composto una lista ampliata alla società civile, chi meglio di chi vive la vita economica della città può rappresentare i cittadini?”, commenta la coordinatrice provinciale Erica Mazzetti. L’unica presenza sicura della Lega è quella di Emilio Paradiso: la lista pratese sarà ufficializzata venerdì durante la festa del partito organizzata a San Vincenzo. Fratelli d’Italia schiererà l’ex assessore all’Urbanistica Gianni Cenni, la consigliera comunale Marilena Garnier (ex biffoniana ed ex leghista, ora meloniana), Alessandro Logli, ex candidato a sindaco di Cantagallo, Matteo Mazzanti, ex candidato a sindaco a Montemurlo. Le due caselle spettanti alle donne saranno occupate da esponenti del mondo giovanile ancora da ufficializzare.

Per quanto riguarda il mondo della sinistra, il nodo dell’alleanza tra Pd e Demos sarà sciolto stasera: l’accordo, che a venerdì sera sembrava cosa fatta, è andato all’aria mettendo in bilico il posto da capolista, che era stato dato al giovane Demos Lorenzo Zejnati. Il coordinatore regionale Lorenzo Marchi ascolterà le proposte dei democratici e deciderà se rimanere col Pd, ricucire con Italia Viva o addirittura ritirarsi dalla corsa. “L’ultimo sondaggio che abbiamo commissionato ci dà all’1%, ma a queste elezioni è una quota rilevante”, dichiara Marchi. Italia Viva non attende la decisione di Marchi: ha già presentato il simbolo elettorale, in cui appare l’alleanza con la sola + Europa. Il partito di Emma Bonino dovrebbe contribuire alla lista pratese con l’immissione del ginecologo Claudio Azzini.

 

LS

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*