Addio al maestro Italo Bolano: è scomparso nella sua casa pratese. Forte il legame con la città

E’ scomparso stamani, nella sua casa pratese, il maestro Italo Bolano. Elbano di nascita, pratese d’adozione, il pittore e scultore aveva 84 anni. Lunghissima la sua carriera artistica, durante la quale aveva saputo imporsi all’attenzione internazionale per lo spessore del suo messaggio artistico.

Uomo generoso e preparato, Bolano manteneva con Prato un forte legame: in città, oltre alla sua casa, è presente lo studio, in via Frà Bartolomeo, che ora custodisce testimonianze del suo estro creativo e dove il maestro ha lavorato instancabilmente fino a qualche mese fa. E’ stato inoltre insegnante al Liceo Copernico e tra il 1995 e il 1999 aveva collaborato come volontario nella Circoscrizione Sud per un progetto di integrazione di persone svantaggiate attraverso l’arte.

Diverse le mostre con le sue opere che la città in questi anni ha ospitato: dall’esposizione del 2004, al Cassero Medievale, con pitture e ceramiche, alla cui inaugurazione partecipò l’amico Mario Luzi; fino a quella più recente, nel 2015, allestita in San Domenico in occasione della visita di Papa Francesco.

Il sindaco Matteo Biffoni e l’Amministrazione comunale di Prato esprimono il proprio profondo cordoglio per la scomparsa di Italo Bolano.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*