Basket, la SIBE Prato pronta alla nuova stagione in C Gold: il 25 ottobre il probabile avvio del campionato

Qualcosa si muove. Grazie all’allentamento dei protocolli anti-Coronavirus, anche se non ancora al 100%, abbiamo la data di partenza e la formula del campionato di basket C Gold. Intanto di sicuro le partecipanti saranno 15 e la scelta del Comitato Regionale è quella del girone unico, anche se diverse società avrebbero preferito la divisione in due gironi per effettuare trasferte meno impegnative almeno nei primi mesi, con l’emergenza Covid-19 non ancora terminata. Saranno quindi 30 giornate con due turni di riposo, e l’ipotesi più accreditata è quella della partenza nel fine settimana del 24/25 ottobre. Playoff a giugno solo per le prime quattro in classifica al termine della regular season, retrocessione immediata per l’ultima, mentre la seconda retrocessa uscirà dai playout che coinvolgeranno le squadre classificate dalla 11^ alla 14^ posizione.

Dalle prime indiscrezioni e dai movimenti di mercato, sembra comunque un campionato con 5 o 6 squadre che si giocheranno la promozione, mentre tutte le altre proveranno ad evitare i playout. Fra le più attrezzate indubbiamente Pielle Livorno, Virtus Siena, Castelfiorentino e Agliana che già lo scorso anno insidiavano San Giobbe Chiusi nel campionato poi cancellato il 5 marzo. San Giobbe non sarà ai nastri di partenza perché ha chiesto e ottenuto la wild card per partecipare alla serie B. Un atout va poi assegnato, sia per tradizione che per organizzazione societaria, a Montecatini e Lucca che hanno optato per l’autoretrocessione dalla serie B, ringiovanendo la rosa, ma mantenendo lo “zoccolo duro” che aveva contribuito ai tanti successi nella serie cadetta. Le altre, fra le quali appunto la SIBE, sono: Legnaia, Spezia e Arezzo che sembrano avere qualcosa in più rispetto alle altre, Valdisieve, Montevarchi, Don Bosco Livorno, Montale e Synergy S.G. Valdarno. E Prato dove si inserisce in questo lotto agguerrito di rivali? Sicuramente lo potrà dire solo il campo, ma in casa SIBE sono tutti fiduciosi per un’annata che ricalchi quella entusiasmante dell’abortito ultimo campionato, quando i Dragons erano saldamente in corsa per i playoff. Ovviamente la squadra affidata per la ottava stagione consecutiva a Coach Pinelli (a meno tre gare da diventare il tecnico più presente sulla panchina Dragons), sulla carta è meno attrezzata di quella della scorsa stagione, e soprattutto con un’età media notevolmente ridotta; basti pensare che i quattro assenti del 2019/20 che avevano un’età media di 31 anni sono stati sostituiti da 4 giocatori la cui età media sfiora i 24 anni. Ma sia lo staff che la dirigenza della società di Viale Piave, scommettono oltre che sulla bravura dei 6 più esperti, anche sulla crescita della pattuglia dei 18enni che in queste prime settimane di allenamento stanno dimostrando abnegazione e voglia di essere protagonisti e non solo nel loro campionato di riferimento, che sarà l’Under 20 Gold sotto la guida del giovane neo tecnico Marco Gabbiani, anche l’assistant coach di Pinelli in prima squadra.

Nel frattempo come dicevamo l’attenuazione delle misure antiCovid permetterà la disputa di alcune amichevoli, anche se l’anticipo ormai certo dell’inizio di campionato, ha un po’ intralciato i piani dei preparatori fisici, Giacomo Ciofi e Elia Parretti in testa, ma già dalla prossima settimana sapremo la lista delle squadre che la SIBE affronterà in questo precampionato orfano della Coppa Toscana.
Sarà importante sapere poi se le gare, almeno le prime, saranno a porte chiuse o con il pubblico e quanti supporter della Dragonsfamily potranno sedersi sulle tribune delle Toscanini. Intanto c’è già l’accordo con TV Prato che anche per questa stagione sarà presente con le proprie telecamere a riprendere le gare interne dei Dragons.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*