Prostituzione su strada, sono sparite le multe della polizia municipale. Curcio (Lega): “Intensificare i controlli per il decoro delle nostre strade”

Sono quasi scomparse le multe alle prostitute e ai clienti da parte della polizia municipale di Prato. Il regolamento di polizia urbana, come deterrente al fenomeno della prostituzione su strada, prevede sanzioni da 400 euro per le lucciole e i clienti, ma nei fatti – denuncia il consigliere della Lega Marco Curcio – i controlli non ci sono. Curcio ha fatto richiesta di accesso agli atti per avere il quadro delle multe fatte negli ultimi anni. Dal comando di piazza Macelli sono arrivati i seguenti dati: 87 multe nel 2010, 105 nel 2011, 26 nel 2012, 66 nel 2013, 13 nel 2014; 7 sanzioni nel 2015, soltanto 2 nel 2016, 30 multe nel 2017, 20 multe nel 2018, 4 sanzioni lo scorso anno e appena una quest’anno.

“Se facciamo un confronto, durante gli anni della giunta di centrodestra, le multe contro la prostituzione in strada sono state in media 71 all’anno, durante le giunte di Biffoni solo 10 all’anno, un numero che dimostra come si sia fatto troppo poco e serva intensificare i controlli per il decoro delle nostre strade” afferma Curcio, che aggiunge: “In più di un’occasione mi sono sentito dire che i vigili urbani hanno come compito principale quello di far rispettare i Regolamenti comunali. Allora ho preso uno di questi Regolamenti comunali, quello di Polizia urbana, nella parte che vieta l’esercizio della prostituzione in strada, che deve essere sanzionata con 400 euro di multa. Purtroppo i dati sono scoraggianti: negli ultimi 6 anni le Giunte Biffoni si sono dimenticate del degrado sotto le finestre dei cittadini pratesi. In tutto il 2019 infatti le multe sono state solo 4, come se la prostituzione in strada fosse scomparsa, ma sappiamo tutti che non è così” denuncia Curcio.

“Mi contattano molti cittadini della zona della stazione, tra via Firenze e via Matteotti, della zona dello stadio e di piazza Mercatale: lamentano la totale assenza di pattuglie e la continua presenza di prostitute, mi dicono che la situazione sia sempre peggiore; ci sono zone a luci rosse anche alla luce del sole, di giorno come di notte: è risaputo anche nei dintorni di Prato”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*