Rapina orologio da 10.000 euro ad una cinese, arrestato uno dei malviventi: altri sei indagati tra Prato e Vaiano

La squadra mobile ha arrestato uno dei tre sospettati per la rapina ai danni di una facoltosa cittadina cinese, che lo scorso giugno, nella zona Ovest di Prato, fu derubata degli effetti personali, denaro contante e un orologio di lusso del valore di oltre 10.000 euro.
La donna fu aggredita al rientro a casa, assieme ad un’amica che riuscì a scappare. In manette, sottoposto ad ordinanza di custodia cautelare in carcere, è finito oggi un giovane albanese, accusato di aver partecipato alla rapina con il ruolo di autista. A mettere in pratica l’aggressione furono i due complici, verosimilmente un connazionale ed un nordafricano, che si erano nascosti in strada per attendere la vittima della rapina, la quale fu bloccata, percossa e derubata.
Nell’ambito delle stesse indagini, la polizia ha effettuato 6 perquisizioni domiciliari, tra Prato e Vaiano, a carico di un albanese, un pakistano e 4 marocchini (di cui 2 irregolari in Italia), tutti indagati per rapina, furto e ricettazione, ritenuti responsabili di altri simili episodi avvenuti a Prato a partire dallo scorso febbraio.
Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati numerosi oggetti di sospetta provenienza furtiva, sui quali saranno compiuti approfondimenti per poter risalire ai legittimi proprietari.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*