RisuonaItalia, concerto simultaneo in 50 piazze d’Italia: la Fondazione Cassa di Risparmio con la Camerata porta l’evento a Prato

Ripartire tutti insieme all’insegna della musica e della solidarietà. È questo il messaggio che lancia RisuonaItalia, tante piazze, una sola comunità, un concerto simultaneo che, giovedì 1° ottobre alle 11, vedrà protagoniste contemporaneamente cinquanta piazze italiane. L’iniziativa è promossa da Acri (Associazione di Fondazioni e Casse di risparmio) in occasione nella Giornata europea delle Fondazioni.

Sarà l’Inno alla Gioia, simbolo dell’Unione europea, ad aprire dovunque il concerto. Prato darà il suo contributo alla grande piazza virtuale grazie alla collaborazione tra la Fondazione Cassa di Risparmio e la Camerata Strumentale. Alle 11 in punto sarà possibile seguire in diretta Facebook il concerto che un gruppo di solisti della Camerata eseguirà dalla Sala del Gonfalone di Palazzo Buonamici, sede della Provincia che ha patrocinato l’iniziativa.

Per l’occasione la Camerata ha preparato una speciale strumentazione dell’Inno alla Gioia, curata dal compositore Alessandro Cavicchi, che ha anche aggiunto una serie di variazioni inedite in coda al tema musicale di Beethoven. La piazza pratese sarà animata anche dalla musica di Mozart: il quartetto per oboe e archi in fa maggiore K.370 e il Divertimento in re maggiore K251 “Settimino di Nannerl”, deliziosa composizione scritta per festeggiare l’onomastico di Maria Anna, la sorella del compositore.

Saranno protagonisti del concerto i musicisti Michela Francini (oboe), Stefano Berluti e Fabrizio Rosati (corni), Fanny Ravier e Cosimo Paoli (violini), Francesca Profeta (viola), Elisabetta Sciotti (violoncello), Francesco Tomei (contrabbasso). La diretta Facebook sarà trasmessa simultaneamente sulle pagine social di TV Prato e della Camerata Strumentale.

RisuonaItalia è un’iniziativa promossa da Acri in occasione della Giornata europea delle fondazioni, lanciata da Dafne (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce le associazioni di fondazioni del continente. “La Giornata del 1° ottobre vuole essere un’occasione per lanciare un’esortazione a ripartire tutti insieme all’insegna della solidarietà e dello spirito di comunità. – afferma Acri in una nota – E’ l’occasione per promuovere e rilanciare una idea di Paese che si fonda sulla solidarietà e la coesione sociale e che intende valorizzare le nuove generazioni. Perché suonare insieme vuol dire imparare a convivere e a condividere regole ed emozioni”.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*