A Grignano una nuova gastronomia gourmet con prodotti a km zero: la sfida di due giovani imprenditori FOTO

Un inequivocabile segnale di coraggio e fiducia nel futuro. È quello che due giovani pratesi, Alessio Bettazzi e Giulia Barni, hanno inteso inviare alla città di Prato investendo sul territorio in un periodo caratterizzato dall’incertezza con una nuova, ambiziosa attività. Da ieri, lunedì 12 ottobre, a Grignano sono aperte le porte della “Gastronomia Montalgeto”, una bottega di vicinato che proporrà prevalentemente prodotti a km zero.

Cosa ha spinto i due giovani, già gestori da otto anni del ristorante Montalgeto di Carmignano, a intraprendere questa nuova avventura? “L’emergenza sanitaria innescata dal Covid – racconta Giulia Barni – ha portato ad una riscoperta dei negozi di quartiere ed è proprio sulla scia di questa tendenza che abbiamo trovato il coraggio di scommettere nuovamente sulla nostra città, raddoppiando l’investimento già compiuto nel 2012 quando, giovanissimi, abbiamo iniziato a gestire il Ristorante Montalgeto a Carmignano”.

“La nostra esperienza con la ristorazione è iniziata otto anni fa – gli fa eco Alessio Bettazzi – quando ci siamo resi conto che lavorare in campagna a contatto con la natura sarebbe stata per noi una fortuna, oltre che un’opportunità. Oggi, sulla scia di quel sogno abbiamo fatto una scelta: portare la qualità dei nostri prodotti e la nostra visione del cibo in una formula più vicina al consumatore. Una gastronomia con il mood del ristorante Montalgeto alle porte della città di Prato”.

Nella prima settimana di apertura, la Gastronomia Montalgeto si propone con una golosa open week: un gift di benvenuto per tutti i clienti che sceglieranno di  provare le loro specialità.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*