Dante e la Val di Bisenzio, mostra e incontro a Vaiano

Al via anche in Val di Bisenzio, citata nel trentaduesimo canto dell’Inferno, la mobilitazione per celebrare Dante in occasione del settimo centenario della morte del poeta che cade nel 2021. A Vaiano, sabato 10 ottobre dalle 15,30, si svolge una full immersion introduttiva alle celebrazioni a cui partecipano studiosi ed esperti si inaugura la mostra sui Luoghi di Dante con le suggestive tavole ad acquarello e le ricostruzioni di Massimo Tosi, mentre il sabato successivo, 17 ottobre, è prevista una visita tematica a Firenze alla scoperta dei suggestivi luoghi danteschi. Il progetto – che porta il titolo Vaiano e Firenze nel nome di Dante, da la valle onde Bisenzio si dichina alla città del maladetto fiore – è promosso dal Comune di Vaiano, dal Museo della Badia di Vaiano – Casa Agnolo Firenzuola e dall’Associazione Nazionale Case della Memoria.

“È un’opportunità, che insieme al Museo della Badia e all’Associazione Case della memoria, vogliamo offrire a tutti per tornare a parlare di Dante e dei suoi legami con la Val di Bisenzio, portando alla ribalta il messaggio della sua poesia che tanto può dire anche ai nostri giorni così difficili a causa della pandemia”, sottolinea l’assessora alla Cultura Fabiana Fioravanti.

Sabato nella sala consiliare del Comune intervengono il sindaco Bosi, gli assessori Fabiana Fioravanti e Simone Mangani, il vicepresidente dell’associazione nazionale Case della memoria Marco Capaccioli, il presidente dell’Accademia Bardi di Vernio, Alessandro Magini. Verrà proiettato il docufilm di Stefano Massini Museo Casa di Dante, un viaggio nel tempo. Julia Bolton Holloway parlerà della musica nella Divina Commedia, Francesca Allegri si soffermerà sulla politica a Firenze al tempo di Dante, Adriano Rigoli presenterà gli itinerari danteschi in Val di Bisenzio. A conclusione Massimo Tosi racconterà i luoghi di Dante.

Sabato 17, nel pomeriggio, è prevista la visita tematica guidata a Firenze, dal bel San Giovanni, dove Dante venne battezzato alla piazza e alla basilica di Santa Croce con la statua del sagrato e il monumento funebre (il cenotafio, la tomba vuota) collocato nel 1830. Potranno essere organizzati al massimo due gruppi di 20 perso-ne ciascuno. La partenza dalla stazione di Vaiano per le ore 13,14 e ritorno dalla Sta-zione di Santa Maria Novella alle 18,38. A pagamento il viaggio in treno e il biglietto d’ingresso in Santa Croce (8 euro). La prenotazione è obbligatoria utilizzando il banner Eventi in Val di Bisenzio sull’home page del sito del Comune di Vaiano. Per informazioni Ufficio associato Cultura e Promozione del territorio tel. 0574 931065 – 0574 931264, dal lunedì al venerdì con orario 9 – 13.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*