Distretto, necessari interventi del governo: il sindaco accoglie la richiesta del parlamentare Silli per un lavoro trasversale

E’ un autunno difficile per le imprese del distretto pratese e i prossimi mesi si prospettano in salita a causa dell’emergenza sanitaria che ancora sta bloccando i mercati internazionali. I possibili strumenti di sostegno, i finanziamenti e gli interventi da richiedere al Governo sono stati al centro dei colloqui tra il sindaco Matteo Biffoni e Giorgio Silli, deputato del collegio di Prato. Il parlamentare pratese ha proposto di portare avanti un lavoro sinergico, per dare un sostegno al distretto che ha davanti a sé uno dei momenti economici più difficili mai vissuti in conseguenza all’emergenza Coronavirus.
“Le parole d’ordine le conosciamo: digitalizzazione, innovazione, abbattimento dei costi dell’energia, internazionalizzazione, ambiente, riduzione del precariato, sanità e pubblica amministrazione più efficienti. Dobbiamo farci trovare pronti per questa grande opportunità, che è anche una sfida che deve superare le appartenenze partitiche – afferma il deputato di Cambiamo Giorgio Silli -. Si rende necessario fare un lavoro dal territorio che metta insieme progetti rispetto alle nostre priorità: dobbiamo farlo insieme”. La proposta è dunque quella di un tavolo di lavoro trasversale dedicato alla creazione di un piano d’investimento per le risorse del #RecoveryFundnel pratese. “Un passo avanti verso l’orizzonte di crescita e sviluppo sostenibile, ciò che serve per rilanciare Prato e lasciarci alle spalle questo periodo di difficoltà. Il tempo stringe e noi abbiamo il dovere di agire: decidiamo presto chi coordinerà questo tavolo, al quale dovrebbero partecipare tutti i grandi attori del territorio” aggiunge Silli.
“Ognuno per le proprie competenze, con i propri rapporti e nei rispettivi ruoli deve fare tutto il possibile per canalizzare su Prato interventi e risorse a sostegno del mondo del lavoro – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Per questo ho ascoltato con interesse la proposta di Silli, consapevoli che ora è il momento di far sì che le importanti risorse europee e nazionali vengano impiegate nel miglior modo possibile. Da questo dipende il futuro dell’economia pratese, toscana e nazionale”. Nei prossimi giorni verranno affinate le richieste al Governo e ne verrà data opportuna comunicazione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*