Educazione digitale e presentazione del libro “Krenk”: doppio appuntamento alla Lazzerini

Anche sabato 10 ottobre la biblioteca Lazzerini ospiterà due appuntamenti, organizzati all’interno del cartellone di eventi di “Un autunno da sfogliare” che trattano di argomenti di estrema attualità. Alle 10 si terrà il secondo incontro sul tema dell’educazione digitale e degli aspetti psicologici nell’uso di internet. Gli incontri sono organizzati da S.E.D – Servizi per l’educazione digitale – in collaborazione con gli assessorati alla cultura, istruzione pubblica, innovazione e agenda digitale.

L’incontro sarà condotto da Valentina Magrini, psicologa clinica, che parlerà del rapporto fra infanzia e mondo del web: videogiochi, social e chat. In particolare si parlerà di come i bambini della scuola primaria usano internet, di come ne possono essere condizionati e con quali conseguenze. Internet rappresenta infatti un pericolo reale se non gestito da un adulto di riferimento consapevole. E allora, che cosa può fare un genitore di fronte all’uso dello smartphone da parte di un bambino? Fare educazione digitale tutti i giorni, in modo che internet possa rappresentare una risorsa vantaggiosa e non una giungla di rischi e di pericoli, dei quali spesso anche gli adulti di riferimento non sono consapevoli. Ingresso libero fino ad esaurimento posti distanziati. Prenotazione obbligatoria inviando una mail a: eventilazzerini@comune.prato.it. L’evento potrà essere seguito anche in streaming sul canale Youtube della biblioteca Lazzerini.

Le iniziative poi proseguono sempre sabato alle 17 con la presentazione del libro del pratese Tommaso Santi “Krenk” (Mondadori): una storia che parla con intelligenza e simpatia di multiculturalità e integrazione. In 5°C sta per arrivare un nuovo compagno da molto, molto lontano e tutti sono curiosi di sapere quale altra bandiera andrà a unirsi a quelle già presenti sulla parete. Tutti fuorché Gianni Zhang: la maestra Marina ha affidato proprio a lui il compito di accoglierlo al meglio e ora gli toccherà fare da babysitter all’ultimo arrivato. Con il cortometraggio dal quale è tratto e che sarà proiettato nel corso della serata, l’autore ha vinto il premio migliore sceneggiatura – Sezione Migranti al 75° Festival di Venezia. Dialoga con l’autore Alan Pona, coordinatore didattico della cooperativa sociale Pane e Rose.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*