Giardini pubblici al buio e degradati: sopralluogo del Comune a Sant’Ippolito con i cittadini FOTO

Si tratta dei giardini pubblici della frazione, ma mancano completamente di illuminazione pubblica e panchine; l’erba arriva quasi ai ginocchi e sono luogo di scarico illecito di rifiuti. Davanti, un campo da calcio con tanto di spogliatoi funzionanti, ma chiuso e inutilizzato da anni. Un gruppo di cittadini di Sant’Ippolito si è rivolto all’amministrazione comunale, chiedendo una riqualificazione della zona. “I giardini sono grandi, ma così come sono è impossibile utilizzarli”, dice una signora a passeggio con il cane. La strada che conduce al parco pubblico è, oltretutto, piena di avvallamenti e di buche. Uno sterrato che certo non incoraggia le passeggiate.

 

 

Questo pomeriggio, quindi, l’assessore alla Città curata Cristina Sanzò e l’assessore allo Sport Luca Vannucci hanno fatto un sopralluogo a Sant’Ippolito, invitati dai consiglieri del PD Marco Biagioni e Matilde Rosati. Con loro, un gruppo di cittadini, compreso il segretario della sezione PD del circolo locale che, rendering alla mano, ha illustrato le proposte della comunità per un luogo al momento abbandonato a se stesso.

 

 

 

“E’ un peccato non utilizzare un campo da calco su cui sono stati spesi dei soldi pubblici – ha affermato l’assessore Vannucci -, potrebbe essere appetibile per qualche scuola di calcio, ma il suo rilancio non può che passare da un progetto complessivo dell’intera area in cui è inserito”. L’idea è quella di rifare il look ai giardini antistanti, collocando attrezzi ginnici e giochi per bambini, ma creando anche un’area sgambatura cani.

 

 

“Ci prendiamo l’impegno di creare un progetto per questi giardini – ha precisato l’assessore Sanzò -, ma, ancora prima, faremo un sopralluogo con Consiag Servizi per un primo taglio dell’erba e la collocazione di lampioni per rendere meno depressa la zona e scoraggiare gli scarichi illeciti di rifiuti e il degrado. Probabilmente la strada di accesso è una via vicinale e come Comune possiamo solo spargere della ghiaia per riempire le buche”. A proposto di vie di accesso, un’altra richiesta dei cittadini riguarda la pista ciclabile che corre lungo la scuola Luca D’amico, interrotta in ben due punti, di cui uno in via Visiana proprio all’imbocco dei giardini. “Ci piacerebbe che la ciclabile proseguisse e arrivasse davanti al circolo, che è luogo di ritrovo per l’intera comunità della frazione”, spiega Francesco Bellandi, segretario della sezione PD.

 

LS

2 Commenti

  1. Peccato che il campo sportivo l’avevamo chiesto noi Allupins da poter gestire già tempo fa. Probabilmente è meglio lasciarlo in questo stato per il Comune. Che delusione.

  2. Ciao Tony, se vuole può contattarmi privatamente su Facebook per espormi la problematica.
    Colgo l’occasione per dirle che il Comune ha la volontà di cercare un gestore del campo.
    Un saluto,
    Matilde Rosati

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*