Integrazione comunità cinese, Norcia: “Basta silenzi sullo sfruttamento lavorativo. I consiglieri Wong e Lin prendano posizione”

“In riferimento al dibattito sulla comunità cinese va evidenziata la debolezza di non aver anteposto a qualunque tipo di rapporto con Pechino, in tutti questi anni, l’interesse per i nostri territori, al fine di orientare nella giusta direzione processi sociali e culturali nonché il rispetto dei diritti fondamentali. Una mancanza che inevitabilmente graverà negli anni a venire sulla realtà politica e sociale della nostra città, al pari di ogni aspetto commerciale ed economico”. E’ l’intervento della consigliera comunale, nonché coordinatrice provinciale di Demos, Silvia Norcia sul tema dell’integrazione della comunità cinese a Prato.

“La responsabilità è di tutti coloro che hanno concesso al governo cinese di perpetuare una politica che lega a doppio filo i suoi cittadini con la madrepatria – dice Norcia – arrecando vantaggio economico a quest’ultima senza ottenere niente in cambio per lo sviluppo e la crescita delle nostre città, quelle in particolare dove il numero dei cittadini cinesi residenti è così incisivo. Questo non significa però che non ci sia margine per un’azione politica territoriale. Cosa fare allora? Da una parte smettere di riconoscere come unici ‘rappresentanti’ di una ‘comunità’ figure che rappresentano esclusivamente interessi economici e commerciali, e pretendere semmai da questi ultimi una chiara presa di posizione in tema dei diritti, in particolare quelli del lavoro”.

“Abbiamo già perso tante occasioni e non abbiamo saputo sfruttare input importanti del territorio, non possiamo perderne altre – aggiunge Norcia – Penso all’investimento del Piu al Macrolotto Zero: senza un una visione più chiara di come intervenire dal punto di vista sociale e abitativo all’interno del quartiere, rischia di restare una scatola vuota. In tema di sfruttamento lavorativo dobbiamo senza dubbio chiedere a tutti, in primis agli stessi imprenditori cinesi e a ogni esponente politico, di denunciare quanto accade all’interno della nostra città. Senza dubbio in questo senso prese di posizione chiare dei consiglieri Wong e Lin sarebbero quantomai utili e direi dovute. I loro ripetuti silenzi in questa direzione non fanno certo bene alla città”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*